“Caccia allo juventino”: caos nel post partita, scattano i daspo

0
99

Caos nel post partita, adesso sono partiti i daspo a dei tifosi: tutti i dettagli della situazione.

Il Questore di Salerno ha emesso quattro provvedimenti di Daspo nei confronti di altrettanti tifosi granata, di cui tre minorenni, a seguito degli eventi avvenuti al termine della partita tra la Salernitana e la Juventus, disputatasi lo scorso gennaio.

Juventus, il nuovo acquisto lo “manda” DAZN: tifosi accontentati
LaPresse – juvelive.it

La decisione è giunta dopo un’indagine condotta dalla Digos che ha evidenziato comportamenti aggressivi e provocatori da parte di una parte della tifoseria granata nei confronti dei sostenitori bianconeri presenti nello stadio Arechi.

Quattro Daspo ai tifosi dopo Salernitana-Juventus

Durante l’evento sportivo, al quale hanno assistito migliaia di tifosi della Juventus, incluso un notevole numero nel settore Distinti, alcuni tifosi granata hanno manifestato un crescente malcontento per la presenza avversaria tra le loro file. Questo disagio ha portato a comportamenti aggressivi già durante la partita, alimentando una tensione che ha aumentato il rischio di scontri, fortunatamente evitati grazie all’intervento tempestivo delle forze dell’ordine.

Questo, di seguito, è ciò che viene riportato da ‘Ilmattino.it’: “Il Questore di Salerno ha emesso 4 provvedimenti di Daspo a carico di 4 tifosi granata, di cui 3 minorenni, per le condotte poste in essere al termine della gara con la Juve disputatasi a gennaio scorso. All’evento sportivo hanno assistito migliaia di tifosi della Juve che hanno occupato anche i settori locali dello stadio Arechi: in particolare, grande affluenza si è registrata nei Distinti. Parte della tifoseria granata però ha mal digerito la promiscuità, per cui già durante la gara ha iniziato a tenere comportamenti aggressivi e provocatori nei confronti degli spettatori bianconeri. Tali atteggiamenti hanno innegabilmente alimentato la tensione, ingenerando il pericolo di scontri nell’imminenza della gara, scongiurato grazie al tempestivo intervento dei tutori dell’ordine che hanno disperso in più occasione gruppi che tentavano di aggredire – all’insegna di una vera e propria “caccia al tifoso bianconero” – gli spettatori ospiti che lasciavano l’impianto sportivo, soprattutto all’esterno del settore distinti e nelle adiacenze del sottopasso San Leonardo“.