Vlahovic-Chiesa titolari, Allegri non scioglie il dubbio: “Devo valutare”

0
106

Alla vigilia del match in trasferta ha parlato mister Allegri in conferenza stampa, andiamo a scoprire cos’ha detto.

Domani si disputerà un’altra sfida importante. Con il sogno scudetto, ormai, leggermente ridimensionato, la Juventus non vuole perdere altre chance e domani si giocherà il tutto per tutto contro il Verona.

Allegri @Lapresse

Una trasferta tutt’altro che semplice e dove la Juventus dovrà metterci quella grinta necessaria a mantenere i piani alti della classifica e continuare a macinare punti importanti per l’obiettivo finale: la qualificazione tra le prime quattro per arrivare nella Champions League del prossimo anno, obiettivo prefissato dallo stesso Allegri. In conferenza stampa, rispondendo alle domande dei giornalisti, Allegri ha così parlato:

Domani sappiamo che è una trasferta complicata, loro fanno bene, un ottimo lavoro. Dobbiamo fare una grande partita. Dobbiamo essere attenti ai dettagli.

Continuiamo con il nosto percorso. Le nostre prestazioni ci sono, non facciamo male ma vanno in linea con la nostra stagione, dobbiamo andare a migliorare le prestazioni. Paghiamo nei dettagli, prendiamo gol su palla inattiva. I dettagli, pe ora, fanno la differenza. Dobbiamo avere atteggiamento di maggiore attenzione.

Vlahovic-Chiesa da domani? Devo valutare. Federico sarà importante per il finale di stagione, domani valuterò.

La Juventus quest’anno ha la possibilità della Coppa Italia. Non ci hanno fatto giocare la Champions non per demeriti ma per altre problematiche. Una fase in cui la società ha chiesto delle cose che stiamo portando avanti. Al netto di tutto ciò, la Juve non è mai rimasta fuori dalla Champions, questo sembra da poco ma non è così. Ci sono state squadre che sono rimaste fuori sei-sette anni. La Juve è abituata a vincere trofei.

La Juve ha giocatori giovani, con esperienza. Poi ha dei dirigenti che vogliono rinforzare soprattutto se ci sarà la Champions.

Mio futuro? Sempre detto e lo ripeto, ho ancora un anno di contratto. Stiamo lavorando bene e l’importante è arrivare in fondo con il miglior risultato.

Chiesa – Yildiz insieme? Stiamo lavorando per avere più qualità offensiva ma c’è anche un equilibrio. Il calcio non è un equazione matematica. Bisgona valutare una serie di fattori. L’importante è averli in squadra questi giocatori.

Alcaraz? Un ragazzo bravo che sta crescendo ed ha una capacità di apprendimento molto veloce.

Conte da avvesario? Non so dove andrà ad allenare. Prima di pensare a queste cose, per noi, è meglio pensare ad arrivare bene a Verona e perseguire i nostri obiettivi.