Calciomercato Juventus, trasferimento all’Atletico: Kean esce allo scoperto

0
48

Calciomercato Juventus, Kean ha parlato apertamente del trasferimento all’Atletico Madrid. Cosa è successo in dettaglio.

Moise Kean, attaccante della Juventus, ha affrontato apertamente il “trasferimento saltatoall’Atletico Madrid in un video pubblicato su YouTube, svelando le sue emozioni e il suo approccio alla situazione.

Trattativa lampo e addio Juve: Kean resta in Serie A
Kean – Juvelive.it (Lapresse)

Nel video, Kean ha condiviso il momento difficile che ha vissuto con la sua famiglia quando il trasferimento all’Atletico Madrid non si è concretizzato come previsto. Ha rivelato di aver sentito di aver deluso i suoi cari e di essersi sentito profondamente deluso di sé stesso. Tuttavia, ha sottolineato che la sua famiglia è stata fondamentale nel sostenerlo e nel fargli comprendere che la vita non si fermava lì.

Kean deluso ma determinato: “Devo lavorare duramente”

Calciomercato Juventus, visite mediche superate: firma in arrivo
Moise Kean (LaPresse)

Con determinazione e resilienza, Kean ha affrontato la delusione e ha deciso di andare avanti. Ha dichiarato di sentirsi un uomo adulto e di essere consapevole della necessità di prendere le proprie responsabilità e di lavorare duramente per raggiungere i suoi obiettivi.

Le parole di Kean riflettono la sua maturità e la sua capacità di affrontare le sfide con determinazione e ottimismo. Pur affrontando un momento difficile, il giovane calciatore ha dimostrato di essere pronto a superare gli ostacoli e a perseguire il successo con impegno e determinazione. Il video pubblicato su YouTube offre uno sguardo intimo sulla mentalità e sulle emozioni di Moise Kean, evidenziando la sua forza interiore e la sua determinazione a perseguire i suoi sogni nonostante le difficoltà incontrate lungo il cammino. Queste, di seguito, le parole esatte dette da Kean sul portale virtuale: “Il trasferimento saltato all’Atletico Madrid? Ero con la mia famiglia, sentivo di averli delusi. È stata molto dura, per un momento mi sono sentito deluso di me stesso. Ma dopo mia madre mi ha fatto capire che la vita non si fermava lì. Devo andare avanti, sono un uomo adulto: devo prendere le mie responsabilità e lavorare duramente”.