L’erede di Bremer è nerazzurro, ma niente Scalvini: colpaccio a sorpresa

0
75

Giuntoli ha individuato il nuovo difensore, erede di Bremer ma anche eventualmente partner: non è Scalvini, guizzo a sorpresa

La Juventus è alla ricerca di un nuovo difensore centrale che possa affiancare Gleison Bremer nella prossima stagione (non necessariamente sostituirlo).

Bremer, l'erede è Hien
Gleison Bremer LaPresse

A fine campionato Alex Sandro saluterà Torino e con molta probabilità anche De Sciglio lascerà il club bianconero. Rugani e Danilo, invece, resteranno ma certamente non saranno i giocatori sui quali la Juventus potrà aggrapparsi, soprattutto in relazione all’anagrafe. Cristiano Giuntoli è già a lavoro per inserire un nuovo difensore, possibilmente mancino. Non a caso in cima alla lista ci sono Riccardo Calafiori, Robin Le Normand e Mario Hermoso. Tre profili diversi per attitudine e caratteristiche ma tutti e tre mancini e con una buona qualità tecnica individuale. A questa lista si aggiunge anche un altro nome che potrebbe diventare caldo in chiave Juve, si tratta del classe ’99 Isak Hien.

Juventus, Hien è nel mirino di Giuntoli: scelto il partner di Bremer

Il centrale svedese dell’Atalanta, se pur non mancino di piede, è un profilo che fa molta gola alla Juventus.

Juventus: Bremer, l'erede è Isak Hien
Isak Hien LaPresse

A gennaio è approdato a Bergamo dopo l’ottima prima parte di stagione con la maglia dell’Hellas Verona. Un investimento di 8,5 milioni di euro da parte della Dea e che Gasperini sta valorizzando, dopo averlo voluto fortemente durante il mercato invernale. Hien ha firmato un contratto fino al 2028 con l’Atalanta e sta dimostrando di aver raggiunto già un livello piuttosto alto.

Per caratteristiche e struttura fisica si avvicina molto a Gleison Bremer. I due potrebbero coesistere in un’ipotetica difensa a tre, ma anche come coppia di centrali in una linea a quattro. Hien fin ora è stato abituato a giocare prettamente a tre, al Verona prima e all’Atalanta adesso. Come noto, la Juventus è sulle tracce anche di Giorgio Scalvini, altro talento dell’Atalanta. Il suo valore di mercato, però, è decisamente più alto rispetto a quello di Hien (circa 50 milioni di euro) e difficilmente il club bergamasco lo lascerà andare. Ecco perché Giuntoli potrebbe virare sul centrale svedese.