“Lo faccio lo stesso”: Allegri sigilla il suo futuro e fissa l’obiettivo

0
467

Juventus-Fiorentina, alla vigilia del match casalingo contro i toscani, mister Allegri ha parlato in conferenza stampa, ecco cosa ha detto.

Domani non sono ammessi errori. Parte il vero e proprio tour de force dei bianconeri per arrivare all’obiettivo primario per questa stagione: la qualificazione in Champions League per la prossima stagione.

Juventus-Udinese, le parole di Max Allegri nella conferenza stampa di presentazione al match contro i friulani. Ecco quanto dichiarato dal tecnico livornese.
Allegri (LaPresse) – Juvelive.it

Mister Allegri ha parlato oggi in conferenza stampa, rispondendo alle varie domande dei giornalisti. Domani si preavvisa una sfida decisamente importante, se non cruciale per la stagione, pertanto ci vorrà la massima concentrazione al fine di raggiungere il miglior risultato. Ecco cosa ha detto Allegri a tal proposito:

Contro la Lazio siamo tornati alla vittoria, in una competizione diversa. Dobbiamo pensare anche al ritorno. Ma abbiamo un mese e 20 giorni per rifarsi nel campionato. Dobbiamo consolidare la posizione.

Yildiz domani? Domani affrontiamo una squadra forte, che fa belle partite, crea molte occasioni. Squadra che gioca bene. Facciamo una partita giusta, per ottenere il massimo.

Gruppo con entusiasmo? Le vitrorie aiutano, danno fiducia. Vedi le cose in un altro modo, ora abbiamo otto partite importanti per cercare la Champions.

20 punti dall’Inter, differenza di rosa? Io credo che i numeri sono quelli che contano. Il campionato ti dice il reale valore delle squadre, succedono cose, in questo momento non dobbiamo pensare ai 20 punti ma a quelli che ci mancano per entrare in Champions.

Un discorso diverso da quello di allenatore? No, in questo momento mi piace molto fare l’allenatore e continuerò a farlo.

Rinnovo? Lavoro molto bene lo stesso. L’unico mio pensiero è quello di centrare gli obiettivi insieme alla squadra, come con tutto lo staff. Siamo concentrarti solo su quello.

Le parole di Tudor post Coppa Italia? Io nel calcio credo che bisogna vedere i risultati. Sono tutti discorsi aleatori quello che si dice sui confronti. Sono tutte chiacchiere. Igor, ragazzo eccezionale, con sue idee. I valori delle squadre si vedono sul campo.

La società ha l’obiettivo di entrare in Champions League. Ci siamo e ora non dobbiamo bruciare altri punti.

Oggi la Juve vale di più dell’inizio campionato? Più giocano e più migliorano. L’anno prossimo è importante essere in Champions, perché si aumentano le partite. Questo significa che chi ha meno partite internazionali cresceranno.

Milik domani? Unica assenza della squadra. Lo riavremo massimo tra 20 giorni.

Sandro titolare? Decido domani mattina. Stiamo molto bene fisicamente, la vittoria di Coppa Italia ci ha dato fiducia.