Iachini: «Fiorentina competitiva». Commisso parla dello Stadium

0
14

Dopo il ko della Fiorentina con l’inter ha parlato il tecnico viola Beppe Iachini. Anche il patron Rocco Commisso si è soffermato sulla quesione degli stadi

Giuseppe Iachini (getty images)

E’ già iniziata Juventus-Fiorentina. I viola ieri sera hanno detto addio alla Coppa Italia, uscendo contro l’Inter. Il ko contro la corazzata di Antonio Conte era abbastanza prevedibile per la differenza dei valori visti in campo. Adesso, tuttavia, la formazione allenata da Beppe Iachini si è già proiettata sull’incontro in programma allo Stadium. Ed è lì che c’è la ferma intenzione di regalare un dispiacere ai nemici di sempre.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Muller rimane un obiettivo

Iachini sulla gara di Coppa Italia

Il tecnico della Fiorentina come prima cosa ha sgombrato il campo da una presunta arrendevolezza. «Siamo venuti a Milano per fare una buona gara. Non abbiamo concesso niente più o meno ad una grande squadra come l’Inter. Ho visto attenzione, poi in fase di possesso abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo. A volte abbiamo forzato troppo il palleggio, dovevamo sfruttare il 3 contro 2 a centrocampo forse anche se il campo non ha aiutato».

LEGGI ANCHE >>> Rinnovo Dybala, calciomercato Juventus: le cifre sono mostruose

Iachini © Getty Images

Commisso vuole imitare la Juve

Oltre al tecnico Iachini, è toccato anche a Rocco Commisso presentarsi davanti ai microfoni della Rai. «Se vogliono tirare giù questo stadio, il secondo più bello dopo la Juventus, significa che qualcosa non va. Bisogna lasciar investire velocemente chi vuole farlo nel calcio» ha detto. Si tratta di parole precise e relative alle intenzioni del tycoon americano. Nelle sue intenzioni di business, infatti, c’è la volontà di dotare la Fiorentina di un nuovo impianto. Chiaramente vorrebbe costruirlo lui assumendosi oneri e onori dell’investimento a lunga gittata.