Diaconale, stipendi calciatori: “La Juventus aveva il bilancio da sistemare”

0
225

Il portavoce della Lazio Diaconale punzecchia per l’ennesima volta i bianconeri in un’intervista dove ha parlato del taglio degli stipendi ai calciatori

Arturo Diaconale, Lazio

Sulla ripartenza del campionato ne stanno parlando tutti e negli ultimi tempi Diaconale responsabile della comunicazione Lazio e portavoce del presidente Lotito, ne sta dicendo tante con ripetute provocazioni ai tifosi bianconeri che hanno scatenato non poche polemiche, in un’intervista su calciomercato.com Diaconale ha detto: “L’augurio è di rientrare a maggio, ma la decisione definitiva spetta al governo. Sicuramente c’è la volontà di chiudere il campionato regolarmente sul campo”. Poi alla domanda sul taglio degli stipendi ha risposto: “La scelta se la Lazio taglierà o meno gli stipendi del calciatori spetta a Lotito, la scelta della Juventus era una decisione presa perché andava in contro a delle esigenze di bilancio. Fosse stata una scelta concordata con tutte le società sarebbe stato meglio. Per il momento è andata bene per loro che hanno sistemato il bilancio”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Calciomercato, Romagnoli: la Juventus ci pensa ma occhio al Barcellona

Diaconale, stipendi calciatori: “La Juventus aveva il bilancio da sistemare”

Arturo Diaconale, Lazio

Il portavoce della Lazio Arturo Diaconale ha poi continuato sulla questioni stipendi: ” La Juventus è una grande società, con grande peso, ha tracciato una strada, ma data l’emergenza se le strade si aprissero tutte insieme sarebbe andata sicuramente meglio”. Poi si è affrontato anche il tema del calciatori “emigrati” all’esterno, infatti i bianconeri hanno visto partire alcuni dei titolari per ritornare nelle loro città d’origine insieme alle famiglie, nelle scorse settimane era nata una polemica proprio per alcune parole dette dallo stesso portavoce laziale a tal proposito che ha voluto ribadire: “Io non faccio polemica solo con la Juventus. Ho semplicemente comunicato un dato oggettivo, l’interesse delle società che hanno permesso ai propri giocatori di andare fuori hanno una convenienza in merito per rinviare la ripartenza del campionato solo quando saranno tornati e quando ci saranno le condizioni adatte a loro. Noi della Lazio, come il Napoli potremmo già riprendere gli allenamenti immediatamente, invece altre hanno dei problemi”.  

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Coni, Malagò: “Lo stop agli allenamenti verrà prorogato”