Home Tutto della Juventus - News di ultim'ora Zola e il retroscena shock: “Con Sarri i giocatori si scocciavano”

Zola e il retroscena shock: “Con Sarri i giocatori si scocciavano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:02

In riferimento dei tempi al Chelsea, Zola ha raccontato un retroscena riguardante l’ex allenatore e attuale allenatore della Juventus Maurizio Sarri

Sarri Juventus, Calciomercato
Sarri, ai tempi del Chelsea

Maurizio Sarri giusto un anno fa allenava il Chelsea per una sola stagione dove ha portato comunque un grande trofeo in bacheca, vincendo appunto l’Europa League dopo un solo anno. Sull’avventura dell’allenatore toscano in Inghilterra ha parlato Gianfranco Zola. Infatti Sarri in blues non ha avuto un buon rapporto iniziale con una parte dei tifosi che per un periodo invocava il suo licenziamento nei cori allo stadio. Ma la verità che alla fine Sarri a Londra ha portato ottimi risultati, come dicevamo poc’anzi, oltre al terzo posto e quindi, con il grande ritorno in Champions, Sarri ha anche vinto l’Europa League. Dunque una stagione tutt’altro che negativa, ma sembra che nell’ambiente non tirasse una buona aria fra allenatore e giocatori. Ecco cosa ha detto Zola nel clamoroso retroscena riguardante l’allenatore toscano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Juventus, la formazione titolare della ripartenza: Sarri ha fatto le sue scelte

Zola e il retroscena shock: “Con Sarri i giocatori si scocciavano”

Conferenza Sarri
Maurizio Sarri ai tempi del Chelsea

In una recente intervista in Inghilterra ha parlato Gianfranco Zola dicendo alcuni retroscena sull’allenatore, ecco cosa ha detto: Giocatori di talento come Hazard e William si annoiavano con Sarri”. Zola ha poi proseguito: “Sono calciatori che potevano vincere da soli le partite ma soffrivano molto gli esercizi imposti da Maurizio e necessari per il gruppo. Sono stati comunque eccezionali perché hanno continuato a lavorare sempre e questo spiega quel finale di stagione ad altissimi livelli”. Poi Zola ha parlato anche del metodo di lavorare di Maurizio Sarri con i giocatori, che a quanto pare, si annoiavano, ecco cosa ha detto: “All’inizio sono stati eccezionali e seguivano ogni indicazione. Poi, con il passare del tempo, le ripetizioni costanti di esercizi, identici, ha portato tutti ad annoiarsi. La noia fa parte del nostro lavoro, a volte devi provarla perché alla fine conquisti i risultati migliori”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, Icardi e la clausola anti Juve

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK