Juventus, Sconcerti sullo scudetto vinto: “Freddezza dei giocatori e Sarri…”

0
28

Mario Sconcerti ha parlato della vittoria dello scudetto dei bianconeri, secondo lui la squadra è stata fredda e senza entusiasmo nei festeggiamenti

mario sconcerti juventus cristiano ronaldo
Mario Sconcerti (Getty Images)

Il direttore Mario Sconcerti ai microfoni di “TMW Radio” ha parlato della vittoria dello scudetto dei bianconeri, secondo Sconcerti i giocatori hanno festeggiato in un modo insolito e -sostanzialmente- molto freddo e senza reale entusiasmo. Sconcerti ha poi parlato anche dell’allenatore Maurizio Sarri, ecco cosa ha detto Sconcerti: L’atteggiamento dei giocatori della Juventus è stato freddo. Ho visto freddezza che raramente si vede dopo uno scudetto vinto. Ok che a Torino siamo al nono scudetto consecutivo e che la piazza di Torino è pur sempre una piazza più fredda di altre ma, il distacco che i giocatori hanno dimostrato sembrava quasi ricercato e voluto”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Juventus, Rugani e la dedica speciale dello scudetto

Juventus, Sconcerti sullo scudetto vinto: “Freddezza dei giocatori e Sarri…”

Juventus, Serie A (Getty Images)

Sconcerti ha poi aggiunto, anche parlando dell’allenatore bianconero Maurizio Sarri: “L’ho notato subito, era difficile farselo sfuggire. All’inizio sembrava che Maurizio Sarri volesse rientrare immediatamente negli spogliatoio, poi alla fine è rimasto. Una scena decisamente non calcistica, non vissuta col il solito reale entusiasmo. Non so quanto lo abbiano fatto di proposito, ma il tecnico non è stato minimamente cercato. Non mi è sembrata la fine di un’avventura felice e spensierata. Detto questo, bisogna prendere atto che c’è una società che è trent’anni avanti agli altri“.

Il merito di questo scudetto secondo Sconcerti è tanto anche di Cristiano Ronaldo, sul fenomeno portoghese ha infatti aggiunto: “Cristiano Ronaldo ha segnato più del 40% dei gol dei bianconeri e i suoi gol contato molto. Questa è una squadra di solisti, Cristiano Ronaldo è stato il merito e il limite della Juventus nella ricerca del gioco”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Juventus, Ronaldo cuore bianconero: il giocatore si sbilancia sul futuro