Juve Napoli, Agnelli: “I protocolli sono chiari, De Laurentiis mi ha scritto ma…”

0
60

Ai microfoni di Sky ha parlato il patron della Juventus Andrea Agnelli che ovviamente si è soffermato sul caso spinoso della partita contro il napoli, che si sarebbe dovuta disputare questa sera all’Allianz Stadium alle 20.45. Gli ospiti tuttavia non si sono presentati e ora rischiano una penalità.

Juventus
Andrea Agnelli @ Getty Images

JUVENTUS NAPOLI AGNELLI SKY DICHIARAZIONI/ In queste prime ore autunnali a tenere banco è la diatriba sorta in seguito alla decisione maturata dal Napoli di non partire alla volta di Torino, dove stasera sarebbe stata in programma all’Allianz Stadium l’attesissimo confronto tra la compagine di Pirlo e quella di Gattuso. Una decisione che ha avuto inevitabilmente delle ripercussioni, con i campani che rischiano di subire la sconfitta a tavolino e un punto di penalità.

Leggi anche–>Juventus Napoli, la gara sarà rinviata? Solo in un caso, i dettagli

Di questo, e di tanto altro, ha parlato ai microfoni di Sky il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Ecco le sue parole: “Sono qui oggi perché credo che si debba fare un’idea chiara della situazione. Fare chiarezza in questo tipo di circostanze è sempre fondamentale, dal momento che abbiamo dei protocolli che parlano chiaro. Protocolli che, non dimentichiamolo, sono stati varati dalla Figc in coabitazione con le linee guida del ministero della Salute.”

Juventus Napoli, le parole di Agnelli ai microfoni di Sky

Agnelli presidente Juventus
Agnelli, Presidente Juventus dichiarazioni Sky

Agnelli continua: “Le norme parlano chiaro. In un certo tipo di situazioni, come quella accorsa al Napoli, bisogna andare in isolamento fiduciario: proprio ciò che abbiamo fatto noi quando è emersa la positività al Covid di due membri dello staff. C’è chiarezza, è stato svolto un lavoro certosino da parte del ministero della Salute. De Laurentiis mi ha inviato un messaggio, in cui mi ha chiesto se sarebbe stato possibile rinviare la gara. Una presa di posizione assolutamente legittima la sua, anche se io gli ho spiegato che abbiamo delle norme, dei regolamenti, a cui dobbiamo necessariamente attenerci.

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, definita la cessione di Douglas Costa: e Chiesa…

Detto questo, io preferisco vincere sul campo sempre, e non a tavolino. Per quanto riguarda il mercato, io credo che abbiamo i migliori calciatori a disposizione in rosa. Non mi piace parlare con i se e con i ma, e quindi preferisco non aprire il discorso legato a Chiesa.”