Juventus, l’età sorride: nove titolari hanno meno di 25 anni

0
28

L’età della rosa bianconera è drasticamente cambiata, dopo l’avvento di Pirlo, almeno nove giocatori titolari sono sotto i 25 anni.

Federico Chiesa, Juventus (Getty Images)

In questo caso si può dire, Juventus di nome e di fatto. L’età media della rosa bianconera, dopo l’avvento del maestro come nuovo tecnico, è scesa drasticamente. Nove potenziali titolari sono sotto i 25 anni. Dopo l’acquisto di Federico Chiesa la Vecchia Signora è ormai diventata sempre più giovane. Pirlo vanta una rosa di giovani che potranno essere importanti, oltre che nel presente, anche nel futuro della società. Pensando ai nuovi acquisti c’è da soffermarsi su profili del calibro di Kulusevski (classe 2000), di McKennie (1998), De Ligt (1999) e, sempre in difesa, Demiral (1998), questi alcuni esempi, ma i giovani già rodati della Juventus sono anche altri…

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, nuova destinazione per Emerson Palmieri

Juventus, l’età sorride: nove titolari hanno meno di 25 anni

Kulusevski, Juventus (Getty Images)

Pensiamo anche al nuovo grande acquisto per la mediana Arthur (classe 1996), ma anche alla già certezza Bentancur (1997), e Rabiot (1995). Ma infine la nuova scoperta Frabotta (1999), Pirlo l’ha prelevato dall’Under 23 e adesso iscritto anche nella lista Champions League. La Juventus del futuro è già adesso insomma. Il piano dirigenziale ha praticamente rivoluzionato tutto il comparto tecnico tattico ma insieme ai giovani ci sono ancora i “vecchi” talenti pronti a compiere il salto di qualità: oltre a Buffon, Chiellini e Ronaldo, gli altri over 30 sono Bonucci (classe 1987) e Cuadrado (1988), più Khedira (1987),  ma che però, almeno per il momento non sembra più fare parte del progetto, mentre Szczesny e Pinsoglio hanno appena raggiunto i 30 anni, cosa che farà anche il gallese Ramsey a dicembre.

LEGGI ANCHE>>>Juventus, ecco la lista per la Champions League

Sempre in difesa, i due laterali brasiliani Danilo e Alex Sandro sono invece del 1991. Una rosa composta da giovani promesse già però al centro del progetto mixati a campioni collaudati, questa è la formula vincente di Pirlo. Ma c’è da ribadire che già in passato la Juventus aveva operato seguendo questo schema, insomma il nuovo ciclo di Pirlo ripercorrere una scia di successi e dopo nove scudetti di fila si vuole fare ancora di più, “perché vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.