Serie A, formula playoff: obiettivo ostacolare la Juventus

0
17

Dopo il caos scoppiato per il match fra Juventus e Napoli, la Serie A vuole correre ai ripari proponendo una nuova formula di playoff:

Juventus – Napoli, Serie A (Getty Images)

Dopo il caos scoppiato per il match, poi non disputatosi fra Juventus e Napoli, la Serie A vuole correre ai ripari già da subito qualora, appunto, la situazione dovesse precipitare, visto che già alla terza giornata ci sono diversi problemi post lockdown. Il presidente GravinaSpadafora Del Pino sono già a lavoro per risolvere la situazione. La verità è che nessuno si aspettava di dover affrontare già una crisi di questa portata – comunque prevedibile – dopo solamente poche giornate dall’inizio del campionato. L’obiettivo è quello di garantire le 380 partite di un campionato regolare per rimanere nei contratti sottoscritti con le emittenti televisive, avvicinandosi più possibile al numero minimo richiesto. Esigenze che, ovviamente, vanno a pari passo con l’aspetto sanitario. L’ipotesi è infatti quella di tornare a parlare di playoff.

LEGGI ANCHE>>>Juventus-Chiesa, la rivelazione del ds della Fiorentina Pradè

Serie A, formula playoff: obiettivo ostacolare la Juventus

Allianz Stadium vuoto, Serie A (Getty Images)

Sarebbero infatti due i piani qualora, appunto, si dovesse ricorrere ai playoff:

  • Una prima idea è quella di cercare di andare avanti fino alla fine del girone di andata per poi inaugurare una fase chiamata “a orologio” dove la classifica verrà divisa per scaglioni e le squadre inizieranno un girone di ritorno nel quale si affronteranno solamente quadre prossime al posizionamento in classifica (ancora da chiarire il numero esatto delle squadre che dovrebbero comporre questo mini gruppo). In questa eventualità la somma dei punti del girone d’andata più quelli della fase ad orologio creeranno una classifica che darà vita ad una terza fase: quella dei playoff, che decideranno, quindi, scudetto, piazzamenti europei, centro classifica e ovviamente le retrocessioni.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, nuova destinazione per Emerson Palmieri

  • L’alternativa è quella del già citato modello delle final eight già ideato per la Champions League nella scorsa stagione: gare di andata e ritorno con vantaggio per la squadra con il posizionamento migliore in classifica, il tutto da svolgersi in una location unica, com’era successo la passata stagione in Portogallo.

Ipotesi che però non sembrano convincere il popolo bianconero che si sente abbastanza ostacolato, alcuni supporter bianconeri sostengono infatti sia un modo indiretto per ostacolare il dominio bianconero dopo 9 scudetti di fila.