Juventus, te lo ricordi? Da roccioso difensore ad allenatore emergente

0
15

Juventus, Olof Mellberg da ex colonna centrale della difesa bianconera ad allenatore dell’Helsingborgs in Svezia

Olof Mellberg, ex giocatore della Juventus oggi allenatore @Twitter

Le stagioni post-Calciopoli non sono certamente ricordate con troppo piacere dai tifosi bianconeri, costretti a diversi anni di purgatorio, con poche luci e tante ombre, prima di ritrovare la gioia della vittoria. In quegli anni sono transitati tantissimi giocatori, figli delle strategie di mercato spesso poco illuminate del duo Jean-Claude Blanc e Alessio Secco, poi giustamente messi alla porta da Andrea Agnelli.

Ma il protagonista della nostra storia di oggi, seppur in una sola stagione, è riuscito senza dubbio a lasciare un bel ricordo: parliamo infatti di Olof Mellberg, il centrale svedese dall’aspetto da vichingo. Cresciuto in patria nel Degerfors, dopo solo una stagione nell’AIK Mellberg si guadagna, a soli 21 anni la prima chiamata all’estero. È il Racing Santander a farlo conoscere ad alti livelli, accendendo su di lui l’interesse di top club quali Valencia e Barcellona. Ma, dopo 3 stagioni e quasi 100 presenze nelle fila dei Verdiblancos, è l’Aston Villa ad assicurarsene le prestazioni. Nelle Midlands Olof resterà ben 7 stagioni, indossando per anni la fascia di capitano ed entrando nella storia il 19 agosto 2006, quando segna il primo goal in partite ufficiali all’Emirates Stadium, nuova casa dell’Arsenal. Nell’estate 2008 si trasferisce a parametro zero alla Juve, dove Claudio Ranieri lo propone spesso come titolare al fianco di un emergente Giorgio Chiellini. In bianconero gioca 27 gare in campionato e 7 in Champions League, impressionando tutti per la sua solidità in una stagione chiusa al secondo posto. Per questo sorprende un po’ tutti la sua cessione nell’estate 2009: viene venduto infatti all’Olympiakos per soli 2.5 milioni di euro, una cifra che al giorno d’oggi fa sorridere, ma che ai tempi rappresentava una succulenta opportunità di plusvalenza.

LEGGI ANCHE>>>Morata, se il cuore fa dimenticare le sbandate estive. La Juventus è felice

Juventus, te lo ricordi? Da roccioso difensore ad allenatore emergente

Mellberg ai tempi della Juventus @Getty

In Grecia si ferma per 3 stagioni, vincendo due titoli e diventando anche qui un fans’ favourite, prima di chiudere con una stagione al Villarreal e una al FC Copenhagen, dove peraltro segna un goal proprio contro la Juve allo Juventus Stadium, in un match deciso da una tripletta di Vidal.

Una carriera di altissimo livello, con all’attivo anche 117 presenze con la maglia della nazionale svedese, con la quale ha disputato 2 Mondiali e 4 Europei.

LEGGI ANCHE>>>Juventus-Cagliari: le probabili formazioni. Torna De Ligt dal 1′

Dopo aver chiuso con il calcio giocato, Mellberg è passato alla panchina: oggi allena l’Helsingborgs, squadra che i tifosi juventini ricorderanno con il sorriso per aver eliminato l’Inter, allora allenata da Marcello Lippi, nei preliminari di Champions League della stagione 2000-01. La squadra occupa attualmente l’ultimo posto nella massima divisione svedese, ma ci auguriamo tutti che il Vichingo riesca a risollevarne le sorti e ad ottenere tanti successi nella sua carriera da allenatore.