Juventus, Coppa Italia: dieci bianconeri rischiano di saltare la finale

0
643

Juventus, dieci titolari della rosa di Pirlo rischiano di saltare l’eventuale finale di Coppa Italia, domani sera il ritorno della semifinale.

Andrea Pirlo, Juventus @Getty

Juventus, i bianconeri rischiano di perdere ben dieci titolari per l’eventuale finale di Coppa Italia, domani sera all’Allianz Stadium ci sarà il ritorno della semifinale contro l’Inter. La squadra di Pirlo si presenterà in campo con ben dieci diffidati, un numero elevatissimo di titolari potrebbero, dunque, rischiare di non giocare l’eventuale finale del torneo. Una situazione che mette in allarme il maestro, i giocatori a rischio sono: Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata, Federico Chiesa e Rodrigo Bentancur, Matthijs de Ligt e Merih Demiral, Arthur Melo e Adrien Rabiot, Federico Bernardeschi e Alex Sandro.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, da decidere il futuro di Morata

Juventus, Coppa Italia: dieci bianconeri rischiano di saltare la finale

Cristiano Ronaldo, Juventus @Getty

Eventualità decisamente evitabile. La squadra di Pirlo dovrà affrontare una prova durissima. Come viene riportato stamane su ‘Tuttosport“Dieci bianconeri rischiano la finale di Coppa Italia”, la squadra bianconera infatti conta ben dieci diffidati per la semifinale di ritorno, domani sera all’Allianz Stadium, contro l’Inter. Non si può neppure parlare di giocatori della panchina ma di autentici titolarissimi, come Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata, Federico Chiesa e Rodrigo Bentancur, Matthijs de Ligt e Merih Demiral, Arthur Melo e Adrien Rabiot, Federico Bernardeschi e Alex Sandro. Manca soltanto il portiere e poi l’11 titolare sarebbe fatto.

LEGGI ANCHE>>>Juventus-Inter, Pirlo sorride: andranno in panchina

Ma come è stato possibile arrivare a un elenco così elevato? Il regolamento di Coppa Italia è completamente diverso dal campionato: se in Serie A si raggiunge
la diffida dopo quattro ammonizioni e, al quinto giallo, si viene fermati, nella Coppa Italia la squalifica è molto più facile ottenerla e la strada più breve. Scatta al secondo cartellino giallo ricevuto nell’arco della competizione, di conseguenza basta una sola ammonizione per entrare in diffida e rischiare lo stop nel turno successivo. La squalifica è ovviamente automatica in caso di cartellino rosso diretto o per somma di ammonizioni. Ora la Juventus dovrà fare attenzione per non rischiare di perdere pedine fondamentali per l’eventuale finale