Juventus, dai rimpianti alle nuove certezze: il punto della situazione

0
1160

Juventus, dai rimpianti del passato alle nuove certezze per il futuro. La prossima stagione sarà rivoluzione totale.

Juventus
Andrea Agnelli @getty

Juventus, la sconfitta con il Benevento sta facendo riflettere e non poco. La dirigenza, così come il presidente Andrea Agnelli, sta pianificando quale sarà il futuro (immediato) della prossima stagione. Pirlo resta, almeno per il momento, ma per garantire e automatizzare la cosiddetta rifondazione bisognerà innanzitutto rinforzare quei settori del campo ancora adesso problematici, in primis il centrocampo e la difesa. Dopo il Benevento tutti sono a rischio, solo i giovani saranno le certezze. Giocatori del calibro di De Ligt, Chiesa, McKennie e Kulusevski i nuovi punti di forza da cui ripartire.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, futuro allenatore: la conferma della Rai

Juventus, dai rimpianti alle nuove certezze: il punto della situazione

Calciomercato Juventus
Paul Pogba @Getty Images

Ma nella testa dei tifosi, dopo la rovinosa sconfitta di ieri pomeriggio, echeggiano ancora i rimpianti di tempi migliori. Il passato dove ad allenare c’era Massimiliano Allegri e in dirigenza Marotta che, ricordiamolo, portò Paul Pogba a parametro zero. Proprio il francese è il desiderio numero uno della dirigenza, ma soprattutto dei supporter che rivorrebbero il francese per ridare quella verve mancata in un settore del campo decisamente problematico, in specie negli ultimi anni.

LEGGI ANCHE >>> Juventus sconfitta dal Benevento, la frecciatina social dell’ex Felipe Melo

Ma non solo Pogba. I rimpianti in mediana sono anche altri, come Emre Can ancora inspiegabile, per molti tifosi, la sua cessione. Giocatore molto duttile che non ha trovato il successo che sta trovando ora al Borussia Dortmund. Ma oltre al tedesco, anche in attacco un Moise Kean doveva ricevere più fiducia, e proprio l’italiano potrebbe tornare fra gli obiettivi della prossima stagione. Anche in difesa continua, secondo i tifosi, a non convincere la cessione di Cancelo così come Spinazzola. Ma fra grandi rimpianti ci sono anche molti (nuovi) pregi, giocatori come Chiesa, Kulusevski e De Ligt: ancora giovanissimi ma già certezze del presente e per il futuro. Proprio da qui dovrà ripartire la nuova stagione bianconera.