Juventus-Inter la frecciatina di Conte che non è passata inosservata

0
358

Juventus Inter, nella conferenza stampa pre match contro i bianconeri, una frecciatina di Antonio Conte non è passata inosservata.

Antonio Conte, Inter (Getty)

Juventus Inter, nella conferenza stampa pre match contro i bianconeri, una frecciatina del tecnico nerazzurro nei confronti della sua ex squadra, Antonio Conte ha parlato sul canale ufficiale dell’Inter e la prima cosa che ha detto riguarda proprio la Juventus: “Sinceramente non mi aspettavo questa distanza dopo un girone. Avevo pronosticato un campionato equilibrato e infatti è un campionato equilibrato. Equilibrato a parte l’Inter. L’equilibrio c’è, dietro l’Inter. Abbiamo rimontato 39 punti in 2 anni alla Juve? Come ho detto prima, in un campionato equilibrato c’è stata una squadra che ha fatto cose straordinarie. Merito ai calciatori e merito a tutta l’Inter”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, cosa deve succedere per arrivare quarti in classifica

Juventus-Inter la frecciatina di Conte che non è passata inosservata

Antonio Conte, Inter (Getty)

E sempre sul campionato Conte ha poi aggiunto: “Quando affronti i più forti, ti possono dare il tuo livello. C’era un grande gap, significava molto batterli a livello di autostima e consapevolezza. noi siamo stati bravi a dare la giusta importanza a quella partita” Conte si riferisce alla vittoria in campionato contro la Juventus.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, ecco la svolta per Aguero e Depay

E poi si è parlato della partita, nonostante la vittoria del campionato, la mentalità vincente si vede anche nell’approccio a gare del genere, ecco come ha concluso il mister nerazzurro: “Le partite valgono 3 punti e questo deve essere ciò a cui deve pensare il calciatore dell’Inter. Inevitabile che quando affronti squadre così importanti c’è un tasso di difficoltà più elevato. Ma i campionati si dividono in 38 partite”.

Questa sera i bianconeri dovranno necessariamente vincere per sperare ancora nella qualificazione in Champions League, tenendo sempre in considerazione le altre partite, per chi lotta per la qualificazione, cioè Milan e Napoli che sfideranno rispettivamente l’Atalanta e la Fiorentina.