Calciomercato Juventus, Guardiola apre alla cessione | Colpo a gennaio

0
41

Calciomercato Juventus, Guardiola con il falso 9 nella formazione, Pep potrebbe non avere più bisogno di lui: addio a gennaio.

Calciomercato Juventus
Guardiola Calciomercato Manchester City (Getty Images)

Calciomercato Juventus, lo stratega Pep Guardiola, proprio come ai tempi del Barcellona, sta sperimentando anche a Manchester il suo cosiddetto falso 9, con giocatori nuovi e voluti dallo stesso mister come Grealish, Foden, Mahrez e Sterling. Tutti giocatori che non sono propriamente punte e si contraddistinguono per essere tecnici e molto dinamici. Dopo il mancato assalto a Harry Kane in estate, il tecnico spagnolo ha rivoluzionato la formazione e potrebbe fare a meno anche di quei giocatori “fuori” ruolo come Gabriel Jesus.

LEGGI ANCHE >>> Mirabelli ad Allegri: «La Juventus gioca da provinciale. Su Vlahovic farei così»

Gabriel Jesus addio a gennaio

Gabriel Jesus @Getty Images

Come viene riportato dalla Spagna, dal portale ‘fichajes.net’, Gabriel Jesus potrebbe essere un nome caldo per il mercato invernale. Il brasiliano reputato essenziale per il suo comportamento dallo stesso Pep, visto il poco spazio stagionale potrebbe comunque fare le valigie in inverno. Come dicevamo poc’anzi la rivoluzione tattica del mister impone dictatum particolari e il brasiliano non corrisponde alle esigenze tecniche di Guardiola. La Juventus è da tempo interessata al profilo e adesso, vista la situazione dell’addio di Cristiano Ronaldo, i tempi sono maturi per provare a chiuderlo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, cessione ed assalto | Doppio “scontro” in Serie A

Il futuro di Gabriel Jesus potrebbe quindi essere alla Juventus. Per esigenze tattiche, a differenza del City di Guardiola, la squadra bianconera avrebbe bisogno di una puntata dalle caratteristiche del brasiliano e quindi un eventuale assalto nel mercato di riparazione, adesso, potrebbe diventare concretezza. Il costo ancora ignoto ma non è da escludersi che i due club inizino già un preliminare contatto per approfondire la questione legata al futuro dell’attaccante, che ricordiamolo, sul passaporto segna 1997, ancora giovane e con ampi margini di crescita.