Lazio-Juventus, Sarri ci spera ancora | Le ultime da Formello

0
15

Lazio-Juventus, in vista della gara di domani, Maurizio Sarri ci spera ancora. Ecco le ultime notizie che arrivano da Formello sulle sue condizioni

Ci spera ancora Maurizio Sarri, l’ex allenatore della Juventus che domani sera all’Olimpico, con la sua Lazio, affronterà proprio i bianconeri nella gara del ritorno del campionato di Serie A dopo la sosta per le nazionali. Ed è appunto in Nazionale che Ciro Immobile non è andato in queste due settimane: un infortunio che lo ha costretto a saltare il doppio impegno azzurro.

lazio-juventus
Maurizio Sarri ©️LaPresse

E che lo mette anche a rischio per la sfida contro i bianconeri. Nel frattempo, un aggiornamento, lo ha dato il tecnico biancoceleste nella conferenza stampa della vigilia. Sarri non molla, insomma, e sogna un recupero importante per il suo scacchiere tattico. Esiste in effetti una Lazio con Immobile e un’altra senza Immobile.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus: rivale di Serie A in pole sul centrocampista

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, sirene inglesi per il mediano | Addio in inverno

Lazio-Juventus, le ultime su Immobile

Immobile @LaPresse

“Ciro aveva un problema di edema al polpaccio, che ora è completamente risolto. C’è ancora qualche segno di potenziale rischio, domani è previsto un ulteriore controllo per verificare la situazione. Dipende dalle risposte e dalle decisioni che prenderanno lo staff medico e il ragazzo”. Queste le parole del tecnico in conferenza stampa, che di certo lasciano una porta aperta: le possibilità di vedere in campo Immobile, domani, ci sono. Le percentuale ovviamente non sono altissime, ma come detto si deciderà solamente all’ultimo minuto.

Poi ci saranno anche da valutare le condizioni di Pedro. Mentre ha recuperato a tutti gli effetti Lazzari. Non ci sarà invece Marusic, che è risultato positivo al Covid e che quindi è in isolamento. Sarri, insomma, spera almeno di avere Immobile. Anche se giustamente in casa biancoceleste non si vuole forzare in nessun modo la mano.