Roma-Juventus, rivoluzione Allegri: sorpresona in attacco

0
138

Roma-Juventus, rivoluzione di Massimiliano Allegri. Si va verso una scelta importante in attacco. Ecco le novità dalla Continassa

Quella di domani è una sfida assai importante per la Juventus. La squadra di Massimiliano Allegri ha bisogno di un risultato di prestigio non solo per il morale ma anche per la classifica. Ed il tecnico, stando alle notizie riportate da goal.com, starebbe preparando una rivoluzione.

Morata (C) Lapresse

Sì, potrebbero esserci delle sorprese importanti nell’undici titolare. Con la possibilità, soprattutto, di vedere Dybala dal primo minuto in un possibile 4-2-3-1. La difesa è praticamente fatta con Cuadrado, Rugani, de Ligt e De Sciglio davanti a Szczesny. Mentre a centrocampo devono essere comunque confermate delle scelte. Ma delle indicazioni sono arrivate.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, il ricambio è epocale | Scacco matto Klopp

LEGGI ANCHE: “Allegri squalificato e Mourinho no”, la polemica infiamma Roma-Juventus

Roma-Juventus, le prove di Allegri

Juventus -Napoli, Serie A (Getty)

Il tecnico livornese in mezzo al campo ha provato la coppia Bentancur-Locatelli. Ma la novità potrebbe essere rilevante sull’unico attaccante che dovrebbe giocare dal primo minuto. Si profila infatti la panchina per Morata, con Moise Kean che probabilmente scenderà in campo dal primo minuto.

Anche Bernardeschi, a quanto pare, dovrebbe partire dalla panchina. Soluzioni tattiche che sono state viste nella rifinitura di oggi prima della partenza alla volta della Capitale. Un Allegri pronto a cambiare e tornare al sistema tattico che ha permesso alla Juve in una fase delicata della stagione di recuperare punti importanti sulle dirette avversarie. La Roma domani invece dovrebbe continuare a giocare con il 3-5-2, un sistema che Allegri conosce bene visto che lo ha adottato per molto tempo nella sua prima esperienza in bianconero.

La mossa di Morata in panchina, comunque, potrebbe essere interpretata in due modi: o come un addio assai vicino del calciatore che è sempre cercato dal Real Madrid, oppure come una decisione in vista della finale di Supercoppa Italiana contro l’Inter.