Home Tutto della Juventus - News di ultim'ora Juventus e il piano sicurezza per la riapertura dello stadio

Juventus e il piano sicurezza per la riapertura dello stadio

0
9

La nuova stagione si appresta a cominciare e la Juve vorrebbe poterla inaugurare al fianco dei propri tifosi. C’è il piano per la riapertura dello stadio

Juventus
Allianz Stadium, Juventus (Getty Images)

La Juventus è pronta alla ripartenza del campionato sotto la nuova guida tecnica di Andrea Pirlo. Ma, naturalmente, il club vorrebbe poter inaugurare la nuova stagione al fianco del proprio pubblico: il calore dei supporter bianconeri è ciò che ora manca e più serve alla Vecchia Signora. Ci sarebbe un modo per farlo, infatti la Juventus avrebbe trovato un piano per la riapertura dell’Allianz Stadium ai tifosi. Un piano sicurezza in ottemperanza alle norme governative vigenti.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, ufficiale: preso il nuovo terzino destro

Juventus e il piano sicurezza per la riapertura dello stadio

Juventus
Allianz Stadium, Juventus ©Getty Images
La Juventus insieme ad altri club di Serie A,  sta cercando di convincere il governo all’apertura, parziale, degli stadi, nonostante le recenti parole del presidente del consiglio Giuseppe Conte che ha detto: “Riaprirli al pubblico sarebbe oggi ancora prematuro”.
Ma in un sondaggio di “Tuttosport” oggi la mancata apertura dell’Allianz Stadium grava di molto sulle finanze bianconere, infatti stando ai dati raccolti dal giornale, i bianconeri senza tifosi rischiano di perdere almeno dai 2 e i 4 milioni a partita. Praticamente il 15% dei ricavi operativi.

LEGGI ANCHE>>>Suarez alla Juventus, Calciomercato: farà l’esame di italiano online

Pertanto, sempre secondo il quotidiano sportivo, la Vecchia Signora aveva già in mente un piano sicurezza per arrivare pronta già alla prima partita di campionato contro la Sampdoria: l’idea dei bianconeri era quella di far entrare dagli 8mila ai 16mila spettatori, arrivi, naturalmente, scaglionati, controllo della temperatura, distanze, vigilanza continua tramite gli steward. Un progetto che però non ha trovato la certificazione del Governo. Un piano che era già stato promosso dalla Regione Piemonte. Ma non dal premier Conte.

Ora nei prossimi giorni si capirà il da farsi ma intanto la Juventus aveva già il suo piano per la riapertura, ma purtroppo non ha trovato di comune accordo il Governo che non ha ritenuto ancora opportuna la riapertura delle strutture sportive. Il piano dei bianconeri aveva il supporto anche di altri club di Serie A.