Juventus, Chiellini: “Vinciamo la Champions e poi mi ritiro”.

0
34

Nell’intervista su Fanpage, il capitano Giorgio Chiellini ha parlato del suo ritiro, che potrebbe essere a breve. Il sogno Champions e Ronaldo…

Juventus
Giorgio Chiellini, capitano della Juventus (Getty Images)

A tutto Chiellini. Nell’intervista su Fanpage il capitano della Juventus ha parlato di diversi tempi, dal suo imminente ritiro, all’obiettivo Champions, su Allegri e sul fenomeno portoghese Cristiano Ronaldo. Giorgio ha esordito con parole di amore e lealtà ai colori bianconeri: “La Juventus è la mia seconda famiglia. Sono arrivato qua che avevo 21 anni, in una regione diversa, con persone diverse. Il carattere del piemontese è molto diverso da quello del toscano e durante il primo inverno vissuto qui trovavo molta chiusura da parte delle persone. Poi Torino e la Juventus sono diventate la mia seconda casa. Mi hanno aiutato a diventare uomo prima ancora che calciatore”.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, Dzeko in attesa: l’operazione è in stand by

Il capitano della Juventus e della Nazionale, Giorgio Chiellini
Il capitano della Juventus e della Nazionale, Giorgio Chiellini (Getty Images)

Si è poi parlato della stagione in corso e dell’obiettivo sempre più concreto di vincere la Champions League che i bianconeri inseguono da tanto tempo, le parole del capitano bianconero: La Champions League è un sogno, un obiettivo, chiamiamola come ci pare. Una cosa che tutti gli juventini vogliono dal lontano 1996″. Due parole poi sul fenomeno portoghese Cristiano Ronaldo, il capitano è convinto del suo valore, ecco cosa ha detto: “Da quando l’abbiamo preso è stato un valore aggiunto, non pensavo potesse venire e sono stato davvero contento di riuscire a giocare, nella mia carriera, con un campione del genere”. 

LEGGI ANCHE>>>Verso Juventus Sampdoria: Pirlo lancia due nuovi acquisti tra i titolari

Il capitano bianconero ha poi concluso l’intervista parlando del suo ritiro, che sembra sempre più imminente. Ha poi speso anche due parole sull’ex allenatore Massimiliano Allegri.

Al ritiro? Ci penso ogni tanto. Lo faccio con serenità. Sicuramente la mia vita cambierà, ma la cosa non mi spaventa. Non mi pongo limiti, pur consapevole che sicuramente sarà una cosa a breve termine. Vengo da un anno di infortunio, comincio a star bene e mi sto godendo questo rientro. Poi piano piano si vedrà”.

“Allegri? Max è livornese come me ed è stato uno degli allenatori che hanno influenzato di più la mia vita calcistica. Una persona che stimo e ammiro tantissimo. Ogni tanto lo sento, poi magari capita che ci si può rincontrare a Livorno”.