Spezia-Juventus, le probabili formazioni: Pirlo ha fatto le sue scelte

0
42

Spezia-Juventus, le probabili formazioni: Pirlo ha fatto le sue scelte per il match di Serie A, si torna al 4-4-2 con Arthur a mediana

Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus (Getty Images)

Spezia-Juventus, le probabili formazioni: il maestro ha fatto le sue scelte per il prossimo match di Serie A, una sfida cruciale che vincolerà, viste le solite assenze, il tecnico a riproporre come modulo il 4-4-2 già visto con il Barcellona. Una sfida che nonostante lo Spezia sia una squadra neopromessa, varrà molto soprattutto per riprendere le posizioni alte della classifica, i tanti pareggi anche improbabili obbligheranno il mister ai tre punti. Vincere oggi più che mai è veramente l’unica cosa che conta.

LEGGI ANCHE>>>Esonero Pirlo: il pensiero della dirigenza bianconera

Spezia-Juventus, le probabili formazioni: Pirlo ha fatto le sue scelte

Juventus
Arthur, Juventus @Getty

Come dicevamo poc’anzi, viste le assenze, il tecnico si affiderà nuovamente al 4-4-2 già visto in occasione della Champions League contro il Barcellona, un modulo che avrà come difensori centrali Demiral e Danilo, Frabotta, invece, dovrebbe partire da titolare nel ruolo di terzino sinistro. A mediana ritornerà titolare Arthur dal primo minuto, con Kulusevski e Chiesa che aiuteranno la manovra offensiva nel ruolo di esterni. Davanti si conferma il binomio Dybala-Morata, che ha già visto andare diverse volte il “nuovo” acquisto bianconero. 

Ecco, quindi, le formazioni che scenderanno in campo domani pomeriggio alle ore 15.00:

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Demiral, Danilo, Frabotta; Kulusevski, Arthur, Rabiot, Chiesa; Dybala, Morata. 

Spezia (4-3-3): Provedel; Sala, Chabot, Terzi, S. Bastoni; Agoume, Bartolomei, Pobega; Agudelo, Nzola, Gyasi.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, è aria d’addio: l’attaccante può andarsene

Una partita che varrà molto per il futuro di Andrea Pirlo, infatti le ultime indiscrezioni vedrebbero compromessa la permanenza del maestro sulla panchina della Juventus qualora arrivasse un risultato negativo. L’ombra di Simone Inzaghi come sostituto si fa sentire, anche se la società ha ribadito il pieno supporto all’allenatore, reputando Pirlo una scelta giusta e condivisa. C’è però da ribadire l’importanza dei tre punti, se arrivasse un altro pareggio la testa della classifica diventerebbe già compromessa. Domani più che mai, vincere  non è importante, è l’unica cosa che conta.