Juventus, Capello e l’attacco al nuovo acquisto: “Non ha visione di gioco”

0
605

Juventus, ieri nel post partita su Sky, Fabio Capello ha criticato aspramente Arthur definendo il brasiliano privo di visione di gioco

Juventus
Fabio Capello (Getty Images)

Juventus, ieri sera nel post gara della sfida di Champions che ha visto i bianconeri qualificarsi in casa agli ottavi di finale. Fabio Capello negli studi Sky ha criticato aspramente la partita della Juventus, che nonostante la vittoria, ha giocato, secondo l’opinionista ed ex allenatore, non bene. L’indiziato per eccellenza è stato il centrocampista brasiliano Arthur, che secondo l’ex mister “non ha una visione di gioco”.

Capello subito dopo il fischio finale è insorto negli studi Sky contro la prestazione dei bianconeri in Champions, dicendo: “Bisogna rischiare di più, troppo elementari e con gioco troppo corto. Sono arrivati due volte sul fondo per essere pericolosi e nient’altro. Troppo poco per una squadra che gioca da tempo ad altissimo livello. Questa sera abbiamo visto una Juve mediocre, nella qualità e nelle idee“.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, scambio a sorpresa con l’Inter. Marotta ha deciso

Juventus, Capello e l’attacco al nuovo acquisto: “Non ha visione di gioco”

Juventus
Arthur, Juventus @Getty

L’indiziato della prestazione mediocre della Juventus, secondo Capello, è passata soprattutto dal brasiliano Arthur che a suo parere non si è ancora integrato negli schemi della squadra bianconera per propri problemi tattici, ecco quello che ha detto: “Arthur è un calciatore che gioca molto corto, lento e sempre centralmente. Avrà delle qualità tecniche che non metto in dubbio, ma secondo me non ha una visione ampia del gioco”.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, dice addio al Psg: occasione dalla Francia

Ancora su Arthur, l’ex mister bianconera ha poi approfondito, con lo stesso Pirlo che ascoltava intervistato: ” Arthur si è intestardito a cercare la soluzione internamente, quando c’era da aprire il campo e allargare le loro maglie. È vero anche che sta crescendo, anche a livello fisico però bisognava aprire il campo”.

Quella dell’ex tecnico è dunque una bocciatura, ma ci sono degli spiragli che già lo stesso Capello ha ammesso di intravedere. Una bocciatura anche alla Juventus che nonostante tutto è riuscita, comunque, a passare il girone e a qualificarsi già con una giornata d’anticipo alla sfida degli ottavi di finale di Champions.