Juventus, Sarri e la situazione contratto: c’è un problema

0
437

Juventus, Sarri non risolve il suo contratto con i bianconeri. L’allenatore toscano lascerà i bianconeri solo quando troverà un top club

Juventus
Maurizio Sarri, ex allenatore della Juventus Calciomercato (Getty Images)

Juventus, Maurizio Sarri non lascia ancora i bianconeri. Il tecnico toscano non risolve il suo contratto che lo lega ancora alla Vecchia Signora. Il motivo? Maurizio Sarri sta ancora aspettando un top club con cui ripartire e fino a quando non arriverà un’offerta concreta il toscano continuerà a percepire i soldi previsti per il contratto che ha scadenza fino alla fine di quest’anno. Lo riporta anche il ‘Corriere di Torino‘ che annuncia: Maurizio Sarri non ha intenzione di risolvere il suo contratto con la Juve, almeno non nell’immediato. Il tecnico avrebbe già rifiutato la Fiorentina perché starebbe aspettando un club di prima fascia.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, Marotta vuole l’attaccante bianconero: c’è l’offerta

Juventus, Sarri e la situazione contratto: c’è un problema

Juventus
Maurizio Sarri, ex tecnico della Juventus (Getty Images)

La società bianconera dovrà continuare a pagare lo stipendio al tecnico toscano, fino alla scadenza effettiva del suo contratto, ma non solo. Maurizio Sarri potrebbe incassare anche 6 milioni di euro di bonus se la Juventus dovesse vincere trofei con Andrea Pirlo allenatore. Un paradosso per cui l’allenatore esonerato avrebbe dei bonus previsti in caso di vittorie di trofei.

LEGGI ANCHE>>>Juventus, Danilo e De Ligt amici per la pelle: su Instagram la “rivelazione”

La situazione dunque rimane ingestibile. Fino a quando un top club non avanzerà un’offerta ufficiale al tecnico toscano, la Juventus sarà costretta a rispettare l’accordo previsto inizialmente quando Sarri firmò come allenatore bianconero. Come dicevamo poc’anzi, la beffa potrebbero essere quei 6 milioni ulteriori in caso di vittorie di trofei importanti durante la stagione della Juventus, bonus che erano previsti nel contratto dell’allenatore. Nel paradosso, nonostante l’esonero, Sarri “tiferebbe” per Pirlo perché nel caso di vittorie importanti, come la conquista del titolo o la Coppa Italia, o nella migliore delle ipotesi la Champions League, il tecnico toscano ex Napoli guadagnerebbe ulteriori 6 milioni previsti dal contratto stipulato con la dirigenza bianconera. Nei mesi scorso Sarri fu cercato dalla Fiorentina ma che ha deciso di ripartire da Prandelli.