Juventus » Juventus news » Europeo U21, Italia-Spagna: le pagelle degli azzurrini

Europeo U21, Italia-Spagna: le pagelle degli azzurrini

Devis Mangia

EUROPEO U21 PAGELLE ITALIA / GERUSALEMME (Israele) –

Ecco le pagelle di Italia-Spagna:
ITALIA

Bardi 7: nonostante i gol subiti, su cui può poco, gioca una partita di grande livello impedendo agli spagnoli il 2-1 in due occasioni, prima su Morata e poi su Koke. Nella ripresa si ripete su Tello;
Donati 5,5: vergognoso il rigore che gli fischiano contro, ma il terzino di casa Inter gioca impaurito al cospetto di un fenomeno quale Isco;
Bianchetti 5,5: insieme al compagno di reparto vive una giornata di confusione anche per la grande mole di gioco sviluppata dagli avversari;
Caldirola 5,5: difficile interpretare la prestazione del capitano, spesso aggredito dall’azione. Va in bambola sul gol del 2-1, quando la palla gli passa sopra la testa;
Regini 5: mantiene alta la tensione, ma il passo di Tello, che agisce sulla sua corsia, è diverso. Grossa ingenuità che porta al secondo rigore per la Spagna. Deve crescere per meritarsi la Juventus;
Florenzi 5,5: tanta corsa, volontà, ma poca qualità. La partita di stasera per Florenzi è un pò lo specchio della stagione alla Roma;
(57′ Saponara) 5: non da spessore al centrocampo azzurro, giocando troppo spesso nascosto dietro l’avversario;
Rossi 6: il migliore del centrocampo azzurro, l’unico che cerca di costruire l’azione;
Verratti 5: il vero leader della nazionale è assente dal campo stasera. Aggredito dagli avversari rimane in bambola, giocando poco la palla e rimanendo spesso troppo timido per far paura alle furie rosse;
(75′ Crimi) sv
Insigne 5: nel ruolo di trequartista si perde tra le linee, giocando poco la palla e risultando spesso fuori posizione;
Borini 5.5: gioca troppo schiacciato sull’esterna, non prendendo mai per le mani la squadra. Segna quando ormai è troppo tardi;
Immobile 6,5: gioca alto, provando a fare la sponda. L’unico pallone giocabile lo butta dentro con un colpo di grande classe. Esce stremato nella ripresa;
(57′ Gabbiadini) 5.5: entra ormai quando è troppo tardi;

All. Mangia 6: era difficile giocare questa partita, la sua squadra l’ha comunque fatto a testa alta;

SPAGNA
De Gea 5.5: l’Italia non tira praticamente mai in porta, quando lo fa però trova un De Gea poco pronto. Immobile infatti lo beffa con un pallonetto favorito anche dalla sua uscita;
Montoya 7: prestazione maiuscola non solo in fase difensiva, ma anche davanti quando si sovrappone a Tello. Decisivo quando salta Regini e si guadagna il rigore del 4-1;
Martinez 6.5: gioca basso e sempre concentrato, marca impeccabilmente gli attaccanti azzurri;
Bartra 6,5: sfrutta i suoi centimetri in fase difensiva, rispondendo sempre colpo su colpo agli azzurri;
Moreno 6.5: sulla corsia sinistra gioca con grande attenzione, giocando semplice e senza mai strafare;
Koke 6.5: il centrocampista è bravo a sovrapporsi ed entrare in area di rigore, calciando indifferentemente col destro e col sinistro;
(85′ Camacho) sv
Illarramendi 7: quanta qualità e quanta corsa per questo centrocampista delle furie rosse. Uno dei migliori in campo lungo tutto il torneo;
Thiago Alcantara 10: terzo giocatore della storia a segnare una tripletta in una finale di un Europeo U21. Una fetta importante di questa vittoria e di questo ragazzo qui;
Isco 7: giocatore dal grandissimo spessore tecnico, seguito in passato anche dalla Juventus. Realizza il 4-1 sul dischetto;
Tello 7: lì sulla destra è un martello battente, che non lascia dormire sonni tranquilli a Vasco Regini. Gioca con grande dinamicità, meritandosi il fondo e tagliando verso il centro;
(70′ Muniain) sv
Morata 7: il bomber della competizione parte titolare e gioca da boa lì davanti, muovendosi molto e favorendo gli inserimenti degli attaccanti;
(80′ Rodrigo) sv 

All. Lopetegui 8: che spettacolo questa squadra.