Juventus » esclusive » Juventus-Roma, Chirico: “Esiste solo un modo per zittirli, 3-0 e tutti a casa”

Juventus-Roma, Chirico: “Esiste solo un modo per zittirli, 3-0 e tutti a casa”

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

JUVENTUS-ROMA CHIRICO / TORINO – Il noto giornalista di fede juventina, Marcello Chirico, attraverso il suo profilo di facebook ha detto la sua alla luce della netta vittoria dei Campioni d’Italia che ha sancito l’evidente supremazia in campionato: “Esiste un solo modo per zittire i chiacchieroni e le loro chiacchiere da bar: batterli sul campo. Tre a zero, e tutti a casa. E ringraziassero il buon cuore dei ragazzi di Conte, che si sono rifiutati di infierire sui lupacchiotti quando il branco è stato decimato dai cartellini rossi (tutti sacrosanti) e il cappotto per l’inverno già bello che confezionato, altrimenti sarebbe potuta finire ancora peggio per i Tott’s boys. Non so se loro, i giallorossi, l’avrebbero fatto, a parti invertite. E’ vero, la Roma era partita meglio, ha tenuto in mano il boccino della gara per una buona mezzora, creando però poco e chiamando ad una parata seria Buffon soltanto 1 volta. Tanto possesso palla il loro, molte manovre, pochi affondi degni di nota. Mai che con Gervinho e con Ljajc siano riusciti a produrre il loro gioco sulle fasce o le loro micidiali ripartenze: Conte gli ha costruito intorno una gabbia senza sbocchi e loro ci sono finiti dentro. Poi, dopo averli fatti sfogare e abbiamo finalmente deciso di giocare come sappiamo, la partita è finita. Perchè con questa Juve non c’è avversario che tenga. E perché la Juventus queste partite non le sbaglia mai. Impara Totti, impara, anziché pensare agli aiutini (stasera, sull’1-0, c’era pure un rigore per noi ma Rizzoli no se l’è sentita di fischiarlo). Ai chiacchieroni la Befana porta solo carbone. Ovviamente adesso tutti quelli che fino a ieri incensavano la Roma ritenendola l’unica avversaria in grado di poter far perdere questo tricolore alla Juve, diranno che il campionato italiano è di bassissimo livello, e ci ricorderanno Copenaghen, i turchi, la Champions league che non c’è più, e che appena andiamo a Chiasso non siamo nessuno (ormai le loro battute da 4 soldi le conosco a memoria, essendo a corto di originalità) . Comunque, a casa mia, è meglio rivincere uno scudetto che passare il tempo (dicimo pure gli anni) a farsi pugnette. Noi ci godiamo il primato, gli 8 punti di distacco sui secondi, il titolo d’inverno con una giornata d’anticipo. Campionato ucciso? campionato ormai privo di interesse? Spero proprio di si. Credere però di averlo già vinto sarebbe l’errore più grosso. Semmai adesso potremo gestirlo al meglio e dedicarci pure al resto, perché c’è tanto lavoro ancora da fare. Per adesso, W la super-fuga!