Juventus » Juventus news » LIVE 10/10/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 10/10/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

19.00 –  DAL CAMPO ITALIA U21 – L’Italia U21 di Gigi Di Biagio esce con un pareggio dalla trasferta in Slovacchia contro i pari età. La rete del vantaggio l’ha messa a segno Belotti, pareggio solo nel finale di Zrelak. Non benissimo il ”bianconero” Berardi, che ha perso palla facendo scaturire il contropiede dell’1-1.

Ecco il tabellino:
Slovacchia U21 4-2-3-1: Rusov; Pauschek, Niňaj, Teixeira, Mazáň; Lásik, Paur; Schranz (66′ Malec), Hrošovský, Mihalík (56′ Lobotka); Zreľák.A disp.: Le Giang, Hudák, Škvarka, Bukata, Valjent. All.: Ivan Galád.
Italia U21 4-3-3: Bardi; Zappacosta, Rugani, Bianchetti, Biraghi; Baselli(71′ Crisetig), Viviani, Battocchio; Berardi, Belotti (88′ Longo), Bernardeschi (60′ Molina). A disp.: Leali, Sabelli, Goldaniga, Benassi. All.: Luigi Di Biagio .
Arbitro: Dias
Marcatori: 54′ Belotti (I), 69′ Zreľák (S).
Ammoniti: Mihalík (S), Crisetig (I), Molina (I), Viviani (I).

17.30 – NEWS BARRIALES – Laura Barriales si presenta a Jtv, inizia la sua avventura. Ecco il suo tweet: “Buenos días!!! Oggi Inizia la mia avventura con una grande squadra @juventusfc“. Prenderà il posto di Cristina Chiabotto come madrina della Juventus. La bellissima showgirl fu protagonista di un flirt nel 2008 col difensore bianconero Giorgio Chiellini.

17.00 – NEWS PAVOLETTI – Ha parlato ai microfoni di Sassuolo Channel l’attaccante Pavoletti, che ha sottolineato: “Sappiamo che sono primi in classifica, ma di certo dobbiamo giocare col coltello tra i denti. Poi accetteremo il verdetto del campo”.

16.00 – NEWS POGBA – Paul Pogba ha parlato dal ritiro della Francia, ecco le parole riportate da TuttoJuve: “Sono convinto che la Juventus di Allegri possa fare grandi cose. Credo che Coman sia un calciatore fantastico e abbia tutte le carte in regola per seguire il mio percorso in bianconero. Fortunatamente lo abbiamo noi”.

Vidal (getty images)

15,00 – VIDAL JUVENTUS – Clamorosa è la notizia riportata quest’oggi da Sportmediaset. Arturo Vidal avrebbe fatto nuovamente le ore piccole dopo il match contro la Roma, rincasando dopo le sei del mattino, in qualche modo mettendo da parte la multa e il richiamo per la precedente notte brava alla vigilia della gara contro i giallorossi. A questo punto la rottura si sta facendo insanabile tra il giocatore e la dirigenza, scocciata da questo ennesimo colpo di testa del cileno. Addirittura, sempre secondo Sportmediaset, se a gennaio arrivasse un’offerta da 35 milioni di euro, con Real Madrid e Manchester United interessatissime, la cessione potrebbe essere realtà. Situazione tutta da monitorare.

Eder Alvarez Balanta (getty images)

14,35 – CALCIOMERCATO BALANTA – La Juventus continua a seguire il difensore centrale del River Plate e della Nazionale colombiana Eder Alvarez Balanta. Secondo Tuttosport i bianconeri potrebbero chiudere il suo acquisto già nel mese di gennaio, magari in prestito con diritto di riscatto fissato a 4-5 milioni di euro. I bianconeri hanno bisogno di rimpolpare la difesa con nuovi acquisti, visti i vari infortuni che ci sono stati e il Nazionale colombiano sarebbe l’ideale. Da sottolineare che al River Balanta non sta giocando più con continuità, fin dal suo ritorno dai Mondiali in Brasile.

Daniele Rugani - Getty Images

14,15 – RUGANI JUVENTUS – Davide Torchia, agente di Daniele Rugani, centrale dell’Empoli, ma controllato dalla Juventus, smentisce le voci sul Real Madrid. Ecco le sue dichiarazioni a TuttoJuve: ”Se ne dicono di parole. Il ragazzo deve pensare a lavorare. Il giocatore è in compartecipazione tra la Juventus e l’Empoli, la Juve ha manifestato l’interesse non so se vuole riportare a Torino, la Juve la proprietà del cartellino penso che la voglia per sé”.

Marcelo (getty images)

14,00 – CALCIOMERCATO MARCELO – Il terzino sinistro del Real Madrid Marcelo è stato spesso accostato alla Juventus in questi mesi. Ma alla fine è rimasto al Real Madrid. Con i blancos però potrebbe essere arrivato alla fine di un ciclo, dopo aver vinto tutto. Ragion per qui il suo nome potrebbe venir buono nuovamente per la Juve. Lo stesso brasiliano non disdegna l’Italia e il bianconero. Ecco le sue parole: ”Certamente non subito, ma un domani mi piacerebbe giocare nella Juve”.

Juventus (getty images)

13,30 – DISCRETI JUVENTUS – Questa mattina è intervenuto nella trasmissione radiofonica ‘Fino alla Fine’, nella webradio ‘RyarWeb’, lo scrittore Stefano Discreti, noto opinionista juventino. Queste le sue parole: ”Juve-Roma? Sono sincero, normalmente non mi piace quando una partita finisce sulle tribune politiche, questo calcio vissuto come una guerra. Detto ciò, è stata una bella vittoria, soprattutto per come è avvenuta. Con la Roma è sempre bello vincere. Certo, le polemiche successive mi hanno dato molto fastidio. Perchè tutto questo astio tra Juve e Roma? Nel caso specifico penso che il responsabile sia R.Garcia, il tecnico della Roma. Con quel gesto del violino ha aizzato tutti. Lui non sapeva se gli episodi erano giusti o meno, sei in panchina e non lo sai. Lui dice ”la solita musica” e quindi parte prevenuto. E’ sempre colpa degli altri. In quel momento la partita l’hanno persa tutti, da lì è diventata una battaglia. Garcia che espulso parla con i giocatori? Episodio che è stato nascosto e passato nel dimenticatoio, come il rigore su Marchisio. C’è una strategia mediatica per creare la rivalità per aumentare vendite dei giornali e fare share in Tv. C’è la volontà di fare questo. Anche oggi il Corriere dello Sport continua ad aizzare con l’articolo su Muntari. Poi leggi dentro e Muntari dice cose meno forti rispetto al titolo iniziale, dichiarando che Totti è un giocatore che va sempre ascoltato. Ma se leggi il titolo sembra dica tutt’altro. Vidal? Questo mercato praticamente sempre aperto non aiuta. Gli agenti poi fanno il loro. La rissa in discoteca? Sicuramente è vera altrimenti non sarebbe stato escluso con la Roma. Lui non è sereno perchè queste voci non lo fanno stare tranquillo. C’è sempre qualcosa che non va in questo calcio moderno che gira attorno ai soldi. Non lo vedo sereno anche se quando gioca fa sempre il suo. La Juve in Champions? La Juve non l’ha vinta quando era la squadra più forte, ora è difficile, visto che non è certo la squadra più forte. Speriamo di avere fortuna e in una gara di andata e ritorno i bianconeri se la giocano con chiunque. Ripeto, speriamo di avere più fortuna quest’anno. La Juve di Platini è riuscita a vincerne solo una di Coppa, ed era pure maledetta. Non abbiamo mai avuto la fortuna del Milan, per esempio”.

Sulley Muntari (getty images)

13,00 – MUNTARI MILAN – Sulley Muntari, in un’intervista al Corriere dello Sport, è tornato sulle polemiche Juventus-Roma con le parole di Francesco Totti. Il ghanese sta col capitano giallorosso. Queste le sue parole: ”Francesco è tanta roba! Per il calcio, per la Serie A, per tutti i calciatori. Anche per noi che arriviamo dall’Africa. È un simbolo universale, mondiale. Totti va sempre rispettato. Qualsiasi cosa sia accaduta in Juventus-Roma, Totti ha il diritto di parlare e tutti hanno il dovere di ascoltarlo. Lui è il Calcio. Così come lo sono Pirlo, Buffon, Ibrahimovic… Quando parlano campioni di questo livello bisogna restare solo zitti e ascoltarli. Se Totti parla, bisogna portargli rispetto, qualunque sia il suo pensiero. Lo ripeto, lui ha fatto tanto per il calcio e per noi calciatori. È un’icona, non si può discutere. Io gli sono devoto, ascolto sempre quello che dice. Il mio ‘gol-non gol? non sono completamente d’accordo che quel gol “non visto” abbia impedito al Milan di conquistare il secondo scudetto consecutivo. Il Milan, vincendo, avrebbe portato a 3 i punti di vantaggio sulla Juve in classifica che però a quell’epoca aveva ancora una partita da recuperare… In realtà sono stati bravi gli juventini a crederci mentre noi abbiamo perso il campionato per piccole “cose”. Il mio gol, anche se fosse stato convalidato, non avrebbe cambiato niente”.

Vincenzo Iaquinta - Getty Images

12,30 – IAQUINTA JUVENTUS Vincenzo Iaquinta, ex attaccante della Juventus, ha concesso un’intervista a Tuttosport dove ha ricostruito i suoi ultimi anni di carriera da fuori rosa alla Juventus e ha parlato delle voci che lo accusavano di essere drogato e di essersi ritirato dal calcio per disintossicarsi. L’attaccante calabrese smentisce tutto: ”Potevo giocare altri tre anni, invece mi sono dovuto ritirare. Quando ti fai sempre male, finisci per mollare un po’ mentalmente. Mi spiace non esser stato protagonista nella Juve di Conte. Una squadra con una mentalità straordinaria. Sono uscito di scena proprio sul più bello. Conte, nel 2011-12, non mi ha utilizzato neanche un minuto? E’ vero, però stravedeva per me. Ricordo le parole che mi disse quell’estate: “Vincenzo, fammi vedere che sei quello che penso, poi convinco io la società a tenerti”. Purtroppo, però, mi infortunai. Ne ho sentite di tutti i colori. Tutte falsità dette da gente invidiosa. Su internet scrivevano addirittura che mi stessi disintossicando. Una cattiveria assurda e senza senso che qualcuno aveva tirato fuori già ai tempi di Udine. Pazzesco, io in quei periodi soffrivo da matto perché ero infortunato. Scudetto: Juve o Roma? Difficile sbilanciarsi, ora. Sarà lotta a due fino alla fine. I bianconeri dove possono arrivare in Champions? Spero il più lontano possibile. Nonostante la sconfitta contro l’Atletico Madrid, è tutto aperto”.

Xherdan Shaqiri (getty images)

11,55 – SHAQIRI JUVENTUS – L’esterno offensivo del Bayern Monaco Xherdan Shaqiri è stato un obiettivo della Juventus nello scorso agosto, ma alla fine il giocatore, spinto dal suo club, è rimasto in Germania. Anche Roma e Inter si erano interessate a lui, ma la Juve era in vantaggio. Il problema è che Shaqiri in Baviera continua a trovare poco spazio e con Guardiola i rapporti non sono idilliaci. Tuttosport afferma che la possibilità che la trattativa per portarlo a Torino dal prossimo gennaio potrebbe riaprirsi e queste sono le parole chiare del giocatore: ”Verrei di corsa alla Juve. Per fare bene devo sentire la fiducia della società e dell’allenatore, ma non sempre è andata così. Ecco perché in estate ho spinto per andare via. Ma mi è stato chiesto di restare e così ho fatto. Di certo a gennaio ci incontreremo con la società per parlare del mio futuro’‘. Insomma, Shaqiri alla Juve è un’operazione più che concreta.

Kwadwo Asamoah (getty images)

11,35 – ASAMOAH JUVENTUS – Kwadwo Asamoah è stato uno dei punti fermi della Juventus di Conte. Non sembra però esserlo per quella di Allegri che ha dato l’assenso all’acquisto di Patrice Evra, di fatto mantenendo aperto il dualismo per tutta la stagione tra i due sulla fascia sinistra. Il ghanese e il francese si sono distribuiti i match in maniera equa, ma l’impressione è che Evra abbia messo la freccia e stia per sorpassare il compagno nelle gerarchie di Allegri. Secondo Tuttosport, però, il problema è che ‘Asa’ non è contentissimo dell’utilizzo sulla fascia sinistra nel 3-5-2 di Allegri, che vuole da lui più compiti difensivi che offensivi. Insomma, un inizio di mal di pancia per lui, con Psg e qualche club di Premier League che monitorano da lontano la situazione.