Juventus » Juventus news » News, Conte da Chiambretti: “L’Avvocato mi chiamava alle 6 del mattino. Cassano? Non l’abbiamo mai cercato”

News, Conte da Chiambretti: “L’Avvocato mi chiamava alle 6 del mattino. Cassano? Non l’abbiamo mai cercato”

Antonio Conte (getty images)

Antonio Conte (getty images)

NEWS CONTE CHIAMBRETTI / MILANO – Il Ct della Nazionale, Antonio Conte, è intervenuto nella tramissione condotta da Chiambretti, “Grand Hotel”, in onda dopo le 23:00 su Canale 5. Ecco le sue parole: “Laureato in Scienze Motorie? Sì, la tesi era sulla psicologia dell’allenatore. Balotelli? C’è sicuramente da lavorare, ma non solo su di lui, ma sulla testa dei calciatori in genere. Chi me l’ha fatto fare a passare dalla Juve alla Nazionale? Si, diciamo che è una sfida a livello personale. Diventare allenatore in un posto dove invece devi selezionare. Cosa faccio in questo nuovo ruolo? Lavoro sul campo molto poco e questo è un cruccio che mi porto dentro, che ogni tanto esterno e rompo le scatole con gli stage. Sono coordinatore delle nazionali giovanili, mi occupo anche di suggerire alcune idee per far crescere il movimento. Se guidoFiat anche se non sono più alla Juve? Continuo a guidare macchine Fiat, che credo sia anche lo sponsor della nazionale. Non lo faccio per questo, anche mio padre noleggiava solo macchine Fiat. La Juve ha cercato Cassano? Nei miei tre anni di gestione no. Se l’hanno fatto l’hanno fatto a mia insaputa, Antonio è un grande giocatore, un ottimo fantasista, ma noi abbiamo sempre puntato su altri obiettivi. Agnelli mi chiamava presto? Sì, mi diceva se ero sveglio, e io gli rispondevo che erano le 6:15. Perso tre finali di Champions? Io odio perdere, visto che in carriera ho vinto tanto, ma ho anche perso. Io dico che bisogna saper perdere, ma si deve far di tutto per vincere”.