Juventus » esclusive » Celtic-Juventus, Vialli spiega la curiosità del telefono sulla panchina scozzese. E poi parla…

Celtic-Juventus, Vialli spiega la curiosità del telefono sulla panchina scozzese. E poi parla…

Gianluca Vialli

 

VIALLI JUVENTUS CELTIC – Gianluca Vialli, presente negli studi di Sky Sport, ha parlato di Celtic-Juventus. Ecco quanto evidenziato da ‘JuveLive’: ”Il Celtic Park? Ci sarà un atmosfera che avvantaggerà la squadra di casa, però come dice Buffon il pubblico non segna il gol. Poi la cosa è soggettiva: c’è a chi fa piacere e l’atmosfera calda lo esalterà e c’è chi ne risentirà. Il telefono in panchina del Celtic? In Gran Bretagna è una cosa usuale. Il collaboratore va in tribuna e poi comunica le sue sensazioni”. Il discorso si sposta su Conte: ”Il suo esordio in Champions, in un palcoscenico che lui ha già affrontato da giocatore. Lui comunque non avrà problema ad adattarsi all’esordio, è sempre molto lucido e preciso, l’ambiente poi lo esalterà. Samaras? Bisogna capire dove giocherà. Potrebbe giocare sulla fascia sinistra e tenterà di dar fastidio a Lichtsteiner. Occhio a Hooper, l’Inzaghi inglese. Infine è bravo anche Wanyama, giocherà davanti alla difesa cercando di distruggere il gioco bianconero”. Per Vialli la partita andrà così: ”La Juve farà la partita fin da subito e reagirà all’ambiente ostile. E credo che il Celtic non farà solo catenaccio. E’ molto migliorato e quindi saranno pericolosi, sono ordinati, non sono degli sprovveduti”.

Marco Orrù