Juventus » esclusive » Del Bosque spiega l’esclusione di Llorente

Del Bosque spiega l’esclusione di Llorente

Vicente Del Bosque (getty images)

Vicente Del Bosque (getty images)

 

DICHIARAZIONI DEL BOSQUE SPAGNA LLORENTE – Vicente Del Bosque, tecnico della Spagna, in vista del match contro l’Italia ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Qui ha elogiato la Nazionale di Prandelli che fa perno sul blocco Juve, e ha spiegato perchè Llorente non è stato convocato.

Ecco le sue parole: ”Llorente è l’assenza più evidente? Sì, però potrebbe venire qui qualcuno del Chelsea a chiedermi perché non viene Torres, o uno del Tottenham per Soldado, o uno dell’Atletico per Villa. Non è facile. Per Fernando l’importante è che abbia superato tutto ciò che ha vissuto nell’ultimo anno a Bilbao, che ora giochi con continuità e sia considerato alla Juventus. Lui è contento, il club anche, bene così. E sa che lo apprezziamo molto, lasciarlo fuori è una cosa che ci da fastidio. L’Italia? E’ un rivale che ha sempre saputo toccare i tasti giusti per complicarci la vita, soprattutto per ciò che riguarda la nostra fase difensiva. Penso all’apertura del campo con Maggio e Giaccherini, alle incursioni centrali di De Rossi, Montolivo o Marchisio, agli uno contro uno di Cassano e Balotelli, all’intelligenza di Pirlo. Hanno sempre saputo trovare idee che ci hanno creato difficoltà, che fortunatamente siamo sempre riusciti a superare. Nel debutto dell’Europeo in Polonia non solo Di Natale ci fece l’unico gol del torneo, l’Italia ci fece male, molto male. Considero la finale contro di voi la miglior partita della mia gestione, non dimentico che l’Italia aveva parecchi problemi: stanchezza, gli infortuni di Chiellini e Motta… Poi c’è stata la sfida complicatissima in Brasile, coi supplementari, i grandi problemi che ci causò l’Italia, che ha dominato buona parte della gara. Come me lo spiego? Siete stati campioni del mondo da poco, avete ottimi giocatori, e il blocco juventino è importante e collaudato”.

Marco Orrù