Juventus » Juventus news » LIVE 03/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 03/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero

Gerardo Martino (getty images)

Ore 23.30 – GERMANIA-ARGENTINAL’Argentina guidata dal Tata Martino si aggiudica con il risultato di 4-2 la rinvincita della finale Mondiale, nell’amichevole di Dusseldorf contro la Germania. Nell’Albiceleste, orfana di Leo Messi ha brillato soprattutto il talento di Angel Di Maria (un gol e tre assist), proprio colui che è mancato nella finale in Brasile per via di un infortunio. E’ stato il “Kun” Aguero a daprire le marcature al 20′, mentre al 40′ ha raddoppiato l’ex giallorosso Lamela. Nella ripresa altri due gol, con l’ex Napoli Fernandez al 48 e Di Maria al 50′. Tardiva la reazione dei ragazzi di Low (a dire il vero erano molto rimaneggiati), che hanno accorciato le distanze al 52′ con Schurrle e al 78′ con Goetze (autore del gol della finale Mondiale).

Seba Giovinco - Getty Images

Ore 23.00 – NEWS ITALIA GIOVINCO / BARI – La FIGC ha comunicato i numeri di maglia per la partita di domani sera contro l’Olanda. La notizia è che all’attaccante della Juventus, Sebastian Giovinco, fatto fuori dall’ex Ct Prandelli ai Mondiali in Brasile, è stata riservata da Conte la maglia numero 10. Uno stimolo in più per la “Formica Atomica”, che è da sempre un pupillo dell’ex tecnico bianconero. Ecco la lista di tutti i convocati, con i relativi numeri di maglia:

1 Buffon, 2 Maggio, 3 Chiellini, 4 Ogbonna, 5 Astori, 6 Candreva, 7 Zaza, 8 Marchisio, 9 Immobile, 10 Giovinco, 11 El Shaarawy, 13 Ranocchia, 14 Darmian, 15 Pasqual, 16 De Rossi, 17 Sirigu, 18 Parolo, 19 Bonucci, 20 De Sciglio, 21 Verratti, 22 Destro, 23 Giaccherini, 24 Florenzi,25 Padelli, 26 Perin, 27 Quagliarella, 28 Poli.

Paolo Montero (getty images)

Ore 22.30 – JUVENTUS MONTEROLa Juventus F.C. fa gli auguri a un grande giocatore della storia bianconera che oggi compie gli anni: Paolo Montero. Ecco quanto pubblicato sul sito ufficiale del club: “Nel mondo del pallone, ci sono personaggi che rimangono sempre nel cuore di quei tifosi che hanno avuto il privilegio di vederli giocare dal vivo, e la cui proverbiale grinta continua a vivere anche nell’immaginario delle nuove generazioni. A giudicare dalla standing ovation ricevuta lo scorso 2 giugno allo Juventus Stadium in occasione dell’Unesco Cup, uno di questi è sicuramente Paolo Montero, leggenda bianconera che ha diretto la linea di retroguardia della Vecchia Signora per quasi un decennio (dal 1996 al 2005), costellato di trionfi in Italia, Europa e nel mondo. Oggi il difensore uruguayano, che ha lasciato a Torino un segno indelebile per il suo grande attaccamento alla maglia oltre che per il suo contributo nel corso delle 278 partite disputate, compie 43 anni. In questo giorno speciale, la Juventus (assieme a tutti i suoi tifosi) non poteva che fargli i migliori auguri di buon compleanno!”.

Beppe Marotta - Getty Images

Ore 22.15 – CALCIOMERCATO JUVENTUS POL GARCIA E’ ufficiale: Il difensore spagnolo classe ’95 e capitano della Primavera della Juventus, Pol Garcia Tena, si trasferisce in presito al Vicenza. Ad annunciarlo è stato lo stesso club veneto sul proprio sito di riferimento. La società bianconera, che lo ha strappato qualche anno fa dalla cantera del Barcellona, punta molto su di lui e dopo aver fatto un po’ di esperienza lo riporterà sicuramente alla base.

Stefano Sturaro (getty images)

Ore 22.00 – ITALIA U21 JUVENTUS STURARO Il centrocampista di proprietà della Juve, Stefano Sturaro, ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia della partita che gli azzurrini dell’U21 disputeranno contro la Serbia: “E’ una sfida decisiva, siamo consapevoli della nostra forza e stiamo preparando la partita con molta attenzione. Purtroppo non abbiamo troppo tempo per stare insieme e gli allenamenti che abbiamo fatto finora ci sono serviti proprio per trovare la giusta intesa. Se scenderò in campo darò il 110% per la maglia azzurra.  La Serbia non ha molti punti deboli, anche se rispetto alla partita disputata in casa loro mancheranno alcuni giocatori fondamentali. L’atteggiamento farà la differenza e, se andremo in campo con la giusta concentrazione, faremo una grande gara“.

Urbano Cairo (getty images)

Ore 21.30 – JUVENTUS CAIRO Il presidente del Torino, Urbano  Cairo, in un’intervista rilasciata a “Stopandgoal.net” ha parlato del neo acquisto Amauri e si è lasciato andare anche a una previsione: “Amauri è un giocatore che si adatta benissimo alle caratteristiche del nostro gioco, ha segnato quasi 100 goal, ne ha fatti una ventina nelle ultime due annate al Parma. Dopo un contatto con il suo agente abbiamo pensato fosse giusto proseguire. E’ vero che Amauri ha trentaquattro anni ma in una squadra come la nostra, che presenta dieci, undici giocatori giovani di grandi prospettive, servono anche gli uomini di esperienza e maturità. Ha una voglia pazzesca di vincere questa nuova sfida in granata e spera di fare molti goal, magari uno nel derby visto che sa quanto ci tengono i nostri tifosi e che con la Juventus non si è certo lasciato bene. E’ fisicamente imponente, il nostro mister lo voleva per cui lo abbiamo accontentato. Agli scettici io dico che bisogna lasciare al campo il giudizio finale. Ricordo i commenti negativi di questi tempi, l’anno scorso, su Immobile”

Leonardo Bonucci (getty images)

Ore 21.15 – DAL CAMPO ITALIA BONUCCI Un piccolo intoppo per Conte nella giornata di oggi, a causa di un nubifragio che si è sprigionato prima degll’inizio degli allenamenti. Da segnalare che una volta che è terminato l’accquazzone gli azzurri hanno potuto saggiare il campo, e i tifosi hanno cantato cori in favore del bianconero Leonardo Bonucci, protagonista nel Bari nella stagione 2009-2010.

Radamel Falcao (getty images)

Ore 21.00 – CALCIOMERCATO JUVENTUS FALCAODopo le dichiarazioni fatte da Branchini su un Falcao che è stato a un passo dal vestire la maglia della Juventus, sono arrivate anche le dichiarazioni del padre dell’attaccante, Radamel Garcia, che ha rilasciato un’intervista alla radio colombiana “LA F.m.”, in cui conferma l’interesse da parte del club bianconero. Ecco le sue parole riportate su Gazzetta.it: “A mio figlio si erano interessate Juventus, Manchester City, Liverpool e alla fine anche l’Arsenal. Fortunatamente è andato al Manchester United, una grande squadra. Monaco? Era molto contento lì, però sfortunatamente le cose non si sono evolute come si era programmato originariamente e hanno venduto i giocatori che avevano comprato. Deluso dal Real Madrid? Se hai dei soldi e decidi di comprare una camicia o un pantalone, devi decidere se comprare o meno. Quelli del Real hanno deciso di non farlo e non si può fare nulla, ma la mia sensazione è che volevano che gli regalassero il giocatore. Grazie a Dio il Manchester United è la squadra più importante d’Inghilterra e una delle più forti a livello economico. Ora tocca a Radamel rendere nel miglior modo, non avrà problemi ad ambientarsi al nuovo campionato“.

20.30 LA RUSSA DEL PIERO  – Ci va duro Ignazio La Russa su Del Piero a margine di una manifestazione a sostegno dei due marò:  “E’ un calciatore e va lì per i soldi. E’ una scelta legittima, ma lo dica e non faccia il puro“.

18.20 RINNOVO LICHTSTEINER – Federico Pastorello, agente di Stephen Lichtsteiner, ha parlato a Tuttosport: “Sul rinnovo di Lichtsteiner al momento non ci sono novità”. E poi ha aggiunto: “Sette in pagella se lo merita tutto, la Juve. Il motivo? Innanzitutto è riuscita a confermare due top player come Vidal e Pogba, che insieme valgono almeno 80 milioni di euro. E all’ossatura che ha vinto l’ultimo scudetto ha aggiunto, tra gli altri, un gran difensore come Evra e un giovante interessante come Pereyra“.

18.00 – CALCIOMERCATO GIOVINCO – L’agente di Sebastian Giovinco, Claudio Pasqualin, ha parlato ai microfoni di Calciomercato.com:  “La convocazione di Giovinco è la testimonianza che il giocatore non solo ha fatto una buonissima preparazione ed un eccellente precampionato, finendo fin da subito nell’essere fra gli elementi più impiegati dal neo tecnico bianconero Allegri, ma che chi lo ha allenato in passato non ne ha dimenticato le qualità e lo ritiene necessario nel progetto di questa nuova Nazionale. Ovviamente c’è grande soddisfazione in Sebastian, sa bene che questa deve essere la stagione del rilancio. La Juventus lo ha sempre ritenuto incedibile e non c’è mai stata la possibilità che potesse abbandonare il gruppo bianconero. Anzi credo che ci siano tutte le basi per parlare con il club di un possibile rinnovo, visto che la stima nei confronti del ragazzo non è solo tecnica ma anche umana. Non mi ha stupito veder accostato il suo nome al Torino perché so che Ventura apprezza moltissimo Giovinco fin da quando il tecnico granata allenava al Bari, ma non c’è mai stata un trattativa“.

Massimiliano Allegri (getty images)

17.30 – CALCIOMERCATO ALLEGRI / NYON (Svizzera) – Il tecnico della Juventus, Max Allegri, ha parlato prima del ‘Forum per allenatori di club d’elite’ che è stato organizzato tra oggi e domani a Nyon dall’Uefa. Ecco le parole riportate da TuttoJuve: “La Juventus e’ una buona squadra, che si fara’ valere sia in campo nazionale, sia internazionale. La Champions e’ un obiettivo, l’essenziale e’ passare la fase a gironi, poi c’e’ il mercato di gennaio ed a marzo diventa una competizione del tutto diversa. L’obiettivo e’ lo scudetto. Avversarie? Oltre alla Roma c’e’ anche il Milan. Deluso per il mancato arrivo di Falcao? No. abbiamo fatto un mercato intelligente, con operazioni mirate, senza comprare tanto per comprare“.

17.00 DE NICOLA GIOVINCO GIACCHERINI – Nello De Nicola, ex osservatore della Juventus, ha parlato a Tuttomercatoweb: “Nuove regole? Se lui sente di cambiare lo fa il meglio. Ha portato anche il suo staff e sicuramente in questo senso è tranquillo sul fatto che ci possano essere risultati positivi. L’esclusione di Balotelli? Balotelli si è escluso da solo con i suoi atteggiamenti. Credo che il problema non sia la tecnica ma il comportamento che non è da professionista. Giovinco e Giaccherini? Se lui li vede pronti è giusto chiamarli. Vedremo nuovi giocatori e schemi diversi. Lasciamolo lavorare, ho molta fiducia in lui”.

16.00 ZAZA MAIFREDI – Ha parlato a Calciomercato.it Christian Maifredi agente di Simone Zaza: “Siamo contentissimi di tutto quello che sta succedendo in questi giorni. E’ stata una partenza da sogno con il bellissimo gol al Cagliari, peccato solo che non sia servito per conquistare i tre punti. E poi la chiamata in Nazionale… Speriamo che domani il sogno continui, mi auguro di vederlo qualche minuto in campo in uno stadio che è un po’ quello di casa, visto che lui è lucano. E’ entusiasta di tutto questo, sono situazioni che lo galvanizzano e caricano ancora di più. Il suo futuro? Il Sassuolo è proprietario dell’intero cartellino di Simone ed era questo il suo desiderio, la permanenza in questo club per poter avere l’opportunità di crescere e migliorare ancora. E mi auguro che sia il campionato che lo possa portare alla consacrazione per raggiungere livelli ancora più alti“.

Amauri (getty images)

14,45 – AMAURI TORINO JUVENTUS – Conferenza stampa di presentazione in maglia Toro per l’ex attaccante della Juventus Amauri, che prova a togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa: ”Credo nel destino – riporta Sportmediaset – e se il destino mi ha riportato a Torino vuol dire che devo fare qualcosa di importante. Da Torino (quando lasciò la Juventus nell’esatte 2012, dopo una stagione difficile, ndr) ero uscito malissimo, ci ritorno con il sorriso. Ma sui giornali ho letto certe pagliacciate, c’è chi cerca di buttarmi addosso fango su cose che non esistono, prima di scrivere o parlare bisogna informarsi bene. Sono carico e mi sento la maglia del Toro addosso fin da quando l’ho vista. Prometto il massimo dell’impegno e dell’attaccamento e spero di fare molti gol. Sul mio divorzio con la Juve? Ero giovane, ora sono più esperto. Non cerco alibi ma non mi piace parlare del passato, il passato sono i musei. Ora sono qui per cominciare una nuova avventura e sono felice“.

Luciano Moggi (getty images)

14,15 – NEWS MOGGI JUVENTUS – L’ex Direttore Generale della Juventus Luciano Moggi, nel suo consueto editoriale per il quotidiano ‘Libero’, ha promosso a pieni voti il mercato della Juventus. Ecco cosa scrive Moggi: ”È naturale che un pronostico adesso sarebbe irrealistico; se però è il campo a dare i verdetti, non ci sono dubbi che Juve e Roma siano al di sopra di tutte. Colpisce la facilità con cui la Signora ha vinto in casa del Chievo. Si potrebbe obiettare sulla scarsa qualità dei gialloblù, a noi sembra più giusto ammettere che è stata la classe dei campioni in carica a presentarci un Chievo trai più brutti degli ultimi anni. Forte in tutti i reparti anche senza Pirlo (infortunato), ma con una stella nascente, Coman, la Juve ha chiaramente spiegato perché vada considerata ancora la più forte”.

Edin Dzeko (getty images)

14,00 – CALCIOMERCATO DZEKO – Sportmediaset ha raccolto un’indiscrezione sul mercato della Juventus. Un retroscena clamoroso che poteva portare in bianconero un top player per l’attacco. Al di là dell’opzione Falcao degli ultimi giorni, esisteva anche un’altra pista importante, quella che avrebbe portato a Edin Dzeko del Manchester City. Attorno agli inizi di agosto i Citizens si stavano per accordare con Falcao, liberando di fatto il bosniaco per la Juve, che aveva trovato un accordo con lui sulla base di 5 milioni di euro. Poi il colombiano è finito allo United e i ‘cugini’ non hanno potuto far altro che tenersi Dzeko, facendo tramontare il sogno della Juventus.

Quagliarella con Chiellini in Nazionale (getty images)

13,35 – QUAGLIARELLA CONTE – Fabio Quagliarella è l’ultimo convocato di Antonio Conte in ordine di tempo dopo l’infortunio di Osvaldo. La convocazione del granata ha fatto rimanere perplessi molti, visto che negli ultimi mesi alla Juventus tra i due non scorreva buon sangue, anche per il fatto che da gennaio in poi il giocatore non si è più visto in campo.

Queste le parole del ‘Quaglia’: ”Quando si gioca, si spera sempre nella convocazione – riporta Tuttosport – . Penso che nella scelta di Conte c’entri il fatto di sapermi muovere nei suoi schemi e che lui conosca molto bene le mie caratteristiche. In un grande club non puoi pretendere di scendere in campo ogni domenica e nei tre anni con Conte ne ho giocate comunque tante. Con lui ho sempre avuto un bel rapporto e nessun tipo di discussione”.

Goran Pandev esulta dopo il gol alla Juve nella Supercoppa 2012 (getty images)

13,10 – NEWS PANDEV JUVENTUS – Goran Pandev non è mai stato un ‘amico’ della Juventus. Da qualche giorno ha lasciato l’Italia e il Napoli per passare al Galatasaray di Prandelli. Il suo agente Carlo Pallavicino, su Twitter, rispondendo a un tifoso che gli chiedeva una volta per tutte cosa avesse detto il macedone al guardalinee della Supercoppa italiana 2012 tra Napoli e Juventus giocata a Pechino, ha detto: ”Goran disse all’assistente di Mazzoleni ‘Gobbo di m…”’.

Radamel Falcao (getty images)

CALCIOMERCATO JUVENTUS FALCAO – Le ultime due settimane del mercato della Juventus sono state caratterizzate dalla trattativa per Radamel Falcao. E’ stata subito un’impresa dura da realizzare, ma l’operazione era stata messa in piedi per davvero, come conferma il noto procuratore Giovanni Branchini, che lavora spesso nel mercato internazionale. Queste le sue parole a Tuttosport: ”La Juventus ha condotto un mercato oculato e si è mossa per acquistare un calciatore importante in modo da aumentare la qualità della rosa. Purtroppo il colpaccio non è riuscito, ma soltanto perché qualcuno s’è inserito e ha strapagato il prestito. Ma vi posso assicurare che Falcao è stato molto vicino alla Juventus”.

Alvaro Morata (getty images)


12,40 – MORATA JUVENTUS –
 Alvaro Morata non vede l’ora di riprendersi la Juventus. Da ieri si allena nuovamente in gruppo, a ranghi ridotti per via degli impegni con le Nazionali. L’attaccante ex Real Madrid si è infortunato pochi giorni dopo il suo arrivo in bianconero, ma adesso è vicino al rientro. Si può dire che è lui l’ultimo acquisto della Juve sul mercato, visto che nell’ultimo giorno non è arrivato nessuno. Ce la sta mettendo tutta per recuperare a breve e il suo obiettivo è quello di essere in campo contro l’Udinese alla ripresa del campionato. Altrimenti bisognerà aspettare la settimana successiva contro il Milan, visto che difficilmente verrà buttato nella mischia nell’esordio bianconero in Champions League. E’ un Morata con tanta voglia, e chissà che non sarà lui la sorpresa di tutto il campionato.

Simone Zaza (getty images)

12,15 – NEWS ZAZA JUVENTUS – Simone Zaza, giocatore che la Juve ha ceduto interamente al Sassuolo nel corso di questa sessione estiva, è approdato in Nazionale con Antonio Conte, che già lo seguiva ai tempi della Juventus. Dal canto suo il ragazzo sogna ancora il club bianconero: ”L’obiettivo di ogni giocatore giovane è quello di arrivare a giocare in un top club. La Juve? E’ senz’altro uno di questi“, queste le sue parole dal ritiro della Nazionale.

Calciomercato (getty images)

11,50 – CALCIOMERCATO SERIE A – Il quotidiano Tuttosport ha messo in evidenza alcuni numeri di questo calciomercato estivo. La Serie A ha speso 200 milioni di euro circa in meno rispetto allo scorso anno, ma le operazioni sono state tantissime: 901 acquisti e 738 cessioni. Numeri mostruosi e senza paragoni in nessuna Lega professionistica europea. Operazioni che nascondono sotto sotto alcune vie alternative per sistemare bilanci e ingaggi. Sono sparite le comproprietà, ma la formula del prestito con obbligo o diritto di riscatto rinvia quasi sempre i pagamenti dei cartellini agli esercizi successivi.

La Premier League ha speso più di 1 miliardo di euro, col Manchester United che ne ha spesi da solo circa 200, 3 volte quanto investito nella nostra Serie A. Ma, come dicevamo, i trasferimenti sono stati assai inferiori al nostro campionato: 304 acquisti e 367 cessioni. Qualcosa che non quadra c’è. In Spagna, nella Liga si sono spesi 480 milioni di euro, col Real Madrid che ha fatto da padrone. 283 milioni di euro spesi in Germania, dove prevalentemente si lanciano i giovani delle squadre B e 134 milioni spesi in Francia

Siamo inoltre il campionato più ‘vecchio’ d’Europa, tra quelli più importanti, con una media di oltre 26 anni.

Beppe Marotta - Getty Images

11,35 – CALCIOMERCATO JUVENTUS – Il calciomercato è finito ufficialmente lunedì alle ore 23, ma in realtà non si conclude mai, visto che da ora in poi si cominceranno a intavolare le varie trattative per le prossime sessioni. Gianluca Di Marzio afferma che la Juventus ha messo le mani sul giovane centrocampista del Boca Juniors Tomas Pochettino, classe ’96. I bianconeri hanno atteso ad acquistarlo perchè volevano aspettare che il ragazzo prendesse il passaporto comunitario e nonostante l’inserimento del Verona stanno per chiudere, in sinergia col Sassuolo, che a gennaio potrebbe accoglierlo in squadra in attesa di passare alla Juventus.

Gaetano Scirea (getty images)

11,20 – GAETANO SCIREA JUVENTUS – Oggi, 3 Settembre 2014 è l’anniversario della morte di Gaetano Scirea, avvenuta in questo giorno di 25 anni fa. Bandiera della Juventus, ha vestito la maglia bianconera per ben 14 anni. E’ scomparso in un tragico incidente stradale in Polonia, dove si trovava per osservare i prossimi avversari della Juventus in Coppa UEFA, in quanto vice di Dino Zoff, ai tempi allenatore juventino. Aveva 36 anni. Questo il ricordo del club bianconero, con una nota apparsa sul sito ufficiale:

”Non passa anno da quel tragico 3 settembre di venticinque anni fa senza che la Juventus e il mondo del calcio italiano si fermino in raccoglimento per ricordare una delle più nobili figure della storia di questo sport: quella di Gaetano Scirea. Esempio di lealtà e correttezza in campo grazie alla classe cristallina di cui era dotato, che gli permetteva di ergersi tra gli avversari con eleganza e intelligenza (mai un’espulsione in carriera), fuori dal terreno di gioco è stato un modello di umanità e garbo, stimato da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e dalle generazioni future. “Gai” se ne andò nel 1989, a soli 36 anni, mentre era in Polonia per la sua Juve, ad osservare il prossimo avversario dei bianconeri in Coppa Uefa, il Gornig Zabrze. Nel 25° anniversario della sua scomparsa, la società e tutto il popolo bianconero si stringono a Mariella e Riccardo nel ricordo dell’indimenticabile campione”.