bug iphone
Apple store

Apple Store prediletto dei consumatori negli USA.

Nonostante l’irresistibile ascesa dei devices che montano sistema operativo Android, negli Stati Uniti è sempre Apple a farla da padrone. La casa di Cupertino ha ricavato ulteriori introiti dai guadagni legati agli acquisti delle app del suo esclusivo Apple Store. Secondo la società di analisi americana ‘Sensor Tower’, la casa dell’iPhone ha ottenuto utili pari ad un +23% nel corso del 2017, con una spesa media ad utente di circa 58 dollari. Rispetto a Google Play dunque ciascun fruitore di iPhone o di altri prodotti marchiati Apple spende fino a 20 dollari rispetto alla controparte Google. Fra i servizi più ricercati ci sono i giochi, quelli che consentono la visualizzazione di contenuti in streaming ma anche app relative ad incontri ed appuntamenti, come Tinder, Badoo o Kik.

Apple Store, è boom di download

Un’altra stima relativa a quanto avvenuta nel corso del 2017 rende noto anche che il numero di nuove app installate singolarmente è salito del 10%. Adesso, grazie anche a dispositivi dotati di capacità di immagazzinamento più capienti con hard disk interni che dispongono di maggiore memoria, la media di applicazioni installate su un ‘melafonino’ o su altri dispositivi griffati Apple si attesta intorno alle 45 unità. Poi sono in aumento anche i consumi legati a delle novità. Ad esempio nell’ultimo anno sono state parecchio ricercate le app di ARKit, ovvero che funzionano con la cosiddetta realtà aumentata. Infatti sono ben 13 milioni i download effettuati in merito, nel corso degli ultimi sei mesi dello scorso anno. Ovvero nel periodo in cui ARKit è stata implementata con l’IOS 11.

 

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK