Juventus » diretta live » Pagelle » Shakhtar-Juventus, le pagelle dei bianconeri

Shakhtar-Juventus, le pagelle dei bianconeri

Antonio Conte (Getty Images)

SHAKHTAR-JUVENTUS / DONETSK-

Ecco le pagelle dei bianconeri:

Buffon 6: incerto sulla posizione che assume su una punizione battuta dagli ucraini, ma è attento coprendo il palo su una pericolosa incursione. Grande esperienza nei minuti finali, riuscendo a riportare la calma in un focolaio che si era creato in area bianconera
Barzagli 5,5: un inizio di partita molto incerto, era da tempo che non lo si vedeva così insicuro, ben protetto però dai suoi compagni di reparto
Bonucci 7,5: partita condotta con grande concentrazione fin dall’inizio, evitando un pericolo in avvio dopo una pericolosa svista di Barzagli. Fondamentale un salvataggio su Devic che al 70′ poteva riaprire la partita
Chiellini 7,5: ha contribuito insieme a Bonucci, a tappare le falle di un incerto Barzagli, gladiatorio come al solito nonostante il fastidioso problema al polpaccio
Lichtsteiner 7: diligente, ma anche capace di effettuare pericolose incursioni nell’area avversaria, come quella da cui scaturisce il gol. Sembra aver riguadagnato la fiducia dell’allenatore dopo un periodo di flessione
Vidal 6,5: nel primo tempo sembra tarantolato, impreciso, riceve una giusta ammonizione, come da regolamento, per essersi fatto scappare Willian, si riprende nel secondo anche se non è il solito guerriero che noi tutti conosciamo.
Pirlo 6,5: primo tempo dove soffre il dinamismo di Fernandinho, poi pian piano riprende a dirigere il centrocampo con la solita maestria e sfiora il palo con un tiro velenoso
Pogba 6: a volte irruento altre impreciso ma è sempre presente nel vivo del match, deve crescere perchè non sempre riesce a tenere i ritmi alti, ma in lui s’intravedono numeri da campione
Asamoah 6,5: attento a non scoprire la fascia, ma quando si propone lo fa in maniera decisa ed è più preciso nell’assistenza ai compagni
Giovinco 7: inizia maluccio, sbagliando lanci e fallendo un gol su un assist delizioso di Vucinic, poi si sblocca ed è lui a scoperchiare il match e con una sua incursione induce Kucher all’autorete. Nella seconda frazione gioca libero mentalmente ed effettua dei passaggi smarcanti per i compagni. La qualificazione agli ottavi di finale è anche merito suo
(91′ Giaccherini) sv
Vucinic 7: si vede subito che è in palla, con virtuosismi ad aggirare l’avversario ed è efficacissimo nel pressing, si mette come al solito al servizio dei compagni con assist a ripetizione. Gli manca il gol, ma per lui non è un problema
(88′ Matri) sv

All. A. Alessio 7: La sua ultima partita ed è anche la più importante, lo ringraziamo per la serietà mostrata fin qui e ci apprestiamo a riabbracciare il nostro condottiero. Il suo apporto e quello di Carrera sono stati comunque preziosi

Diego Pedullà