Juventus » diretta live » Pagelle » Juventus-Celtic, le pagelle dei bianconeri

Juventus-Celtic, le pagelle dei bianconeri

Fabio Quagliarella (Getty Images)

JUVENTUS-CELTIC PAGELLE / TORINO-

Buffon 7: strepitoso con una parata che nega il pareggio al Celtic, sempre attento nelle uscite sui cross pericolosi degli scozzesi, regala tranquillità a tutto il reparto. Un vero numero uno
Barzagli 7: una sua percussione in avanti da il là all’azione che porta la Juve a sbloccare la partita. Nonostante la pericolosità del Celtic nelle palle aeree mostra la sua granitica sicurezza
Marrone 6,5: diligente e attento a non commettere errori, è sempre più calato nel ruolo affidatogli da Conte
Bonucci 6,5: non cerca sortite in avanti e si limita a contenere gli attacchi scozzesi
Padoin 5,5: s’impegna come può, ma non riesce a emulare Lichtsteiner. Sbaglia molto e soffre le folate offensive degli scozzesi, troppo timoroso nell’attaccare gli spazi
Vidal 6: condizionato inevitabilmente dalla diffida si mostra fiacco e spesso in ritardo. Non sfrutta a dovere una palla d’oro offertagli da Quagliarella nella prima frazione di gioco. Si riscatta con l’inserimento sul lancio di Pirlo confezionando la palla per il 2-0
(66′ Isla)sv
Pirlo 6,5: un primo tempo di ordinaria amministrazione e sacrificio, inizia il secondo con un’altra verve e poco prima di essere sostituito da Conte confeziona il suo solito lancio calibrato che imbecca Vidal nell’azione del raddoppio bianconero
(68′ Giaccherini) 6: si va vedere in alcuni rapidi contropiedi, ma non ha il tempo e il modo di poter fare di più perchè quando entra lui la partita è già congelata
Pogba 7: si mostra subito con il piglio da grande,  intercetta numerosi palloni e quando parte palla al piede scrosciano applausi a scena aperta nei suoi confronti da tutto lo Juventus Stadium. Quando c’è lui in campo Pirlo può prendersi anche qualche pausa. Nel finale lo sostituisce  nella distribuzione del gioco, gli manca solo il gol
Peluso 6: non ripete l’ottima prestazione di Napoli, riceve un’ammonizione in avvio e Conte dopo 25 minuti manda Asamoah a scaldarsi. Pian piano prende le misure all’avversario e si guadagna la sufficienza
(58′ Asamoah)sv
Matri 7: Mitra-Matri non si ferma più, trova la  via del gol su un tap-in dopo un tiro di Quagliarella deviato da Forster. Sempre al servizio della squadra, anche quando c’è da difendersi.
Quagliarella 7,5: simuove bene e grazie a una sua girata permette a Matri di gonfiare la rete. A volte è difettoso nel controllo e negli appoggi, si nota la sua disabitudine nel calcare il campo, ma l’impegno è massimale. Perfetto il suo assist sprecato malamente da Vidal, addoppio fin troppo facile sull’appoggio del cileno che gli restituisce il favore, ben tornato Eta-Beta

All. Antonio Conte 7: alla sua prima di Champions allo Juventus Stadium è bravo a tenere alta la tensione dei suoi nel primo tempo. Azzeccata la scelta della coppia d’attacco, intelligente distribuzione delle forze in vista del campionato.

Diego Pedullà