Juventus » diretta live » Pagelle » Juventus-Napoli, pagelle del match

Juventus-Napoli, pagelle del match

Carlos Tevez (getty images)

Carlos Tevez (getty images)

JUVENTUS-NAPOLI PAGELLE / TORINO – Ecco le pagelle del match:

JUVENTUS

Buffon 8: ritorna a infondere sicurezza al reparto arretrato, sempre vigile sui pericolosi tiri degli attaccanti napoletani;
Barzagli 8: prestazione da grandissimo difensore, tiene sempre l’avversario lontano dalla palla giocando con grande dinamismo e tenendo alta la testa;
Bonucci 7: grande prova di forza di fronte ad attaccanti come Higuain e Insigne. Si permette anche la licenza di attaccare, ma viene fermato da una prodezza di Reina;
Ogbonna 7: gioca con sicurezza e disinvoltura e si concede anche un preziosismo su Callejon che fa capire i suoi progressi a livello di personalità. L’espulsione ingiusta a 5 minuti dalla fine non pregiudica la sua prestazione, e quando esce riceve una standing ovation dallo Juventus Stadium;
Isla 7: il miglior Isla della stagione, aggiusta la mira sui cross rispetto al passato ed è più diligente anche in fase difensiva;
Vidal 6,5: solito contributo di forza e abnegazione, ma è imperdonabile il gol che sbaglia nel secondo tempo;
(86′ Marchisio) sv
Pirlo 7.5: fulcro di gioco inesauribile, ormai da qualche partita si è ripreso il centrocampo bianconero. Costringe spesso al fallo gli avversari, che non trovano altro modo per fermarlo. Suggello alla sua enorme prestazione con una punizione che ricorda le ultime di del Piero in maglia bianconera;
Pogba 10: un giocatore che cresce a vista d’occhio, contribuisce allo sviluppo della manovra con grande acume tattico ed è decisivo nei ripiegamenti difensivi. E’ un genio nell’alzarsi la palla e colpirla con un esterno destro che non lascia scampo a Reina. Scusate per il dieci, ma non potevamo dargli di meno;
Asamoah 7: grande solidità in fase difensiva, non permette a Maggio di salire.Non si devono a lui le scarse proiezioni offensive, bensì ai dettami di Conte;
Tevez 6: sta accusando la sua continuità nel giocare quasi tutte le partite dall’ inizio campionato. Comunque non tira mai indietro la gamba e si mette sempre al servizio della squadra;
(83′ Peluso) sv
Llorente 6,5: fa sponde, gioca per la squadra e sblocca la partita con un gol dopo 1 minuto. Arcigno, di temperamento, quello che serviva alla Juve;
(87′ Quagliarella) sv

All. Conte 8: non sbaglia mai un incontro decisivo, sembra tornata la Juve del primo anno con gioco e determinazione. GRANDE MISTER

NAPOLI

Reina 8: i gol sono imparabili, para però subito un destro di Pogba che gli rimbalza davanti e dopo con grande decisione il colpo di testa di Bonucci e uno di Llorente;
Maggio 5: non si fa sentire ne in fase difensiva ne in fase offensiva, perde a tutto campo lo scontro con Tevez che spesso si allarga dal lato suo;
Fernandez 6: l’unico che di fisico riesce a contrastare lo strapotere fisico di Llorente là dietro;
Raul Albiol 5.5: lento, involuto e sempre dietro al pallone;
Armero 5: soffre uno scatenato Isla, rimane incatenato sul suo battente diventando nullo davanti;
Behrami 6: l’unico che fisicamente cerca a centrocampo di reggere il confronto;
Inler 5: dietro non riesce a dare ordine a un centrocampo inghiottito dai bianconeri;
(79′ Zapata) sv
Callejon 5: largo va a prendersi il pallone, ma non è mai decisivo e non salta mai l’uomo;
Hamsik 4: deludente l’approccio alla gara, rimane troppo spesso estraneo all’azione. La vera delusione della compagine partenopea;
Insigne 6.5: l’unico pericoloso, che con il suo talento fa tremare Buffon e la Juve. Se uno dei suoi palloni fosse entrato, la partita avrebbe potuto prendere una strada diversa;
(71′ Mertens) sv
Higuain 5: Ogbonna lo inghiotte in un solo boccone, rendendolo piccolo piccolo. Siamo sicuri di esserci tanto pentiti di non averlo acquistato?;

All. Benitez 5: delude l’approccio del suo Napoli, in bambola di fronte a una Juventus troppo superiore.