Juventus » Juventus news » Primo Piano, Roma-Juventus: chiave tattica del match

Primo Piano, Roma-Juventus: chiave tattica del match

Massimiliano Allegri - Getty Images

Massimiliano Allegri – Getty Images

PRIMO PIANO ROMA-JUVENTUS CHIAVE TATTICA / ROMA – Nel big match dell’Olimpico contro la Roma di lunedì sera mister Allegri riproporrà il modulo  tanto caro al suo precedessore Conte. Non tanto per credo calcistico, ma bensì per opportunità dovuta agli ultimi infortuni e acciacchi vari che hanno falcidiato il reparto di centrocampo. Infatti, oltre alla grave assenza di Pirlo, anche Pogba verrà risparmiato in vista del tour de force che attende la squadra bianconera nelle prossimi 15 giorni, che culminerà con il ritorno di Champions contro il Borussia Dortmund. Il tecnico non potrà nemmeno contare sul giovane  Sturaro, infortunatosi proprio nelle ultime ore e nemmeno convocabile per Roma. Con il 3-5-2 Allegri schiererà contemporaneamente Caceres (in difesa) e Lichtsteiner esterno di destra, mentre alla sinistra ci sarà Evra. Si cercherà di sfruttare il gioco sulle fasce, anche per questo motivo Llorente verrà schierato al posto del pur convincente Morata. La Roma degli ultimi tempi non sembra una roccaforte in difesa e l’ariete basco potrebbe creargli seri grattacapi sulle palle alte. Naturalmente la Juve non potrà prescindere dal suo capocannoniere Tevez, che oltre che assicurare rapidità di movimento in avanti garantisce un lavoro di copertura non indifferente in fase di non possesso. Se i bianconeri perderanno in imprevedibilità e balistica con l’assenza di Pirlo, con uno come Marchisio acquisteranno nella fase difensiva. Pereyra e Vidal a turno avranno il compito di inserirsi e questa potrebbe essere l’occasione per il cileno per tornare al gol, visto che non sembra portato per il ruolo di trequartista in cui è stato impiegato negli ultimi tempi. La Roma avrà bisogno dei tre punti, altrimenti potrebbe dire addio ai sogni Scudetto, e proprio per questo Allegri dovrebbe attenderla senza scoprirsi eccessivamente come ha fatto in Champions contro il Dortmund. Infatti, il pericolo nunero uno della squadra di Garcia resta Gervinho, che con le sue accelerazioni è in grado di saltare con facilità qualsiasi difensore; per questo giocatori come Caceres Bonucci e Chiellini non si dovranno trovare nell’uno contro uno di fronte all’attaccante ivoriano. In questa partita avrà sicuramente un peso la condizione fisica, e se analizziamo le ultime due partite i bianconeri sembrano avere più gamba rispetto ai giallorossi, che pur con un uomo in più hanno sofferto l’arrembaggio del Feyenoord. La Juve, anche per aver riposato due giorni in più, potrebbe essere più fresca nella seconda parte del match, dove le accelerate di Morata o l’imprevedibilità di Coman saranno armi che il tecnico utilizzerà, se la situazione di punteggio dovesse richiederlo, per dare scacco alla Roma e mettere parola fine sul campionato.