È il giorno di Douglas Costa: in corso le visite mediche per la Juventus

0
405
Douglas Costa ©Getty Images

Al via il Douglas Costa day: il brasiliano, arrivato ieri sera a Torino, si è presentato intorno alle 9.30 al JMedical per iniziare le visite mediche di rito. Solo al termine delle visite è attesa la firma sul contratto e l’annuncio ufficiale della Juventus. Dati i problemi relativi alla chiusura dell’affare Schick, l’esterno ormai ex Bayern Monaco sarà il primo colpo estivo del calciomercato Juventus. Con Douglas Costa si registra anche un ritorno al passato per la Juventus, la cui supervisione dello staff sanitario torna nelle mani del dottor Riccardo Agricola, già medico sociale bianconero dal 1985 al 2009. L’affare per Douglas Costa alla Juventus si è sbloccato dopo l’intervento diretto in prima persona di Beppe Marotta: l’ad bianconero è volato ieri in Germania per incontrare faccia a faccia la dirigenza del Bayern Monaco, la quale pure aveva confermato la voglia da parte dell’esterno offensivo brasiliano di voler cambiare aria, dopo essere stato spesso relegato tra le riserve da parte di Carlo Ancelotti.

Difatti Douglas Costa non è stato messo nelle condizioni di ripetere le ottime cose fatte con la maglia dei bavaresi nella stagione 2015/2016, la prima dopo l’esperienza altrettanto proficua durata cinque anni con la maglia dello Shakhtar Donetsk, e nella quale il giocatore, giunto giovanissimo dal Sud America, ha avuto modo di formarsi soprattutto dal punto di vista caratteriale. Per la Juventus si tratta indubbiamente di un rinforzo di primissima scelta.

Calciomercato Juventus, con Douglas Costa è un attacco migliore

Il reparto offensivo bianconero non potrà che trarre beneficio dalla tecnica e dalla velocità messe a disposizione dal 26enne brasiliano, che costerà al club campione d’Italia 46 milioni di euro in totale, con 6 per il prestito oneroso ed altri 40 per il riscatto obbligatorio da dover esercitare nella prossima stagione. Douglas Costa inoltre si fa preferire anche per le sue capacità di tiro, potente e preciso: in una passata edizione della Champions League segnò in questo modo un bellissimo gol alla Roma all’Olimpico.