Pagelle Juventus

La Juventus vince in casa dell’Udinese per 6-2. Solite difficoltà in difesa per gli uomini di Allegri che però riescono a trovare il trionfo grazie alla tripletta di Khedira, il gol di Rugani, l’autorete di Samir e il destro da fuori area nel finale di Pjanic. I bianconeri approfittano così del pareggio tra Napoli ed Inter e si porta a -3 dagli azzurri.

Udinese-Juventus, le pagelle dell’incontro

Buffon 7.5 – Il numero uno dei numeri uno, lo dimostra anche questa sera. Primo tempo mostruoso di “SuperGigi” che prima salva due volte su Jankto con due interventi di istinto e poi compie un prodigio su Maxi Lopez su un pallone che sembrava già in porta. “Gigi non ci lasciare”.

Lichtsteiner 5.5 – In Champions non gioca perché assente dalla lista europea, ma in campionato la fascia destra è sua. Spesso si fa sorprendere alle spalle, creando più di un problema alla Juventus perdendo la marcatura su Jankto. Dall’89’ s.t. Bernardeschi s.v. 

Rugani 5.5 – Serata da incubo per il giovane difensore italiano, colpevole in entrambi i gol subiti dalla Juventus: prima si fa scippare la palla che porta al contropiede di Perica, poi perde la marcatura su Danilo che stacca e insacca indisturbato. L’ex Empoli poi si riprende e regala prima il gol del 3-2 con uno stacco di testa e poi, sempre di testa, mette su un piatto d’argento a Khedira il pallone del 4-2. Voto 4 per la prestazione difensiva, 7 per quell’offensiva. Ricordiamo, però, che un difensore in primis deve difendere.

Chiellini 6 – Si lascia abbindolare da Perica sul gol dell’1-0 non riuscendo a leggere una facile finta dell’attaccante. Il numero 3 bianconero però commette solo quell’errore prima di riprendersi la sua infinita leadership.

Alex Sandro 6 – Partita sufficiente per il terzino brasiliano che si riprende dopo la prestazione negativa in Champions League.

Khedira 9 – Non segnava da 8 partite effettive e questa sera entra per ben tre volte nel tabellino dei marcatori portandosi a casa il pallone. Due reti da rapinatore d’area di rigore, un centrocampista dal fiuto del gol di un attaccante consumato, ed una con una bomba di destro all’angolino. Ora Allegri ha una bella gatta da pelare: il tedesco o Matuidi?

Pjanic 7 – Il suo destro è pura poesia. Ogni calcio piazzato è un pericolo per l’Udinese. Nell’ultimo secondo di gara trova anche la rete con un piazzato da fuori area.

Cuadrado 6.5 – Il più vispo del reparto avanzato. Una spina del fianco continua e dolorosa per la retroguardia udinese. Il cross per il gol di Khedira è perfetto. Allegri non può fare a meno della sua esplosività. Dal 78’ s.t. Barzagli s.v. 

Dybala 6 – Più nel gioco rispetto alle ultime uscite. Non crea particolari problemi al portiere avversario ma gioca molti palloni e dal suo piede parte la punizione per il quarto gol bianconero. Dal 67’ s.t. Douglas Costa 6 – Entra e crea più volte la superiorità per la Juventus tenendo palla lontano dalla zone pericolose.

Mandzukic 4.5 – Il solito lottatore che questa sera inciampa sul suo stesso carattere da duro andando muso a muso con l’arbitro che lo espelle. Il croato lascia i bianconeri in 10 per quasi tutta la partita per una sciocchezza evitabile.

Higuain 7 – Dopo l’ottima prestazione in Champions League, il Pipita replica anche questa sera. L’argentino non segna, ma gioca una marea travolgente di palloni per i compagni e lotta contro tutta la difesa dei friulani quando la Juventus si ritrova in dieci uomini. Un calciatore ritrovato quantomeno nelle prestazioni.

a cura di Emanuele Catone (Twitter @EmanueleCatone)