Calciomercato Juventus, bonus mostruoso alla firma: Milan KO

0
357

Il big chiede un bonus molto alto alla firma: richiesta fuori portata per il Milan e forse anche per la Juventus 

Il calciomercato invernale si è concluso ma sono tanti i big in scadenza a giugno 2023 pronti a vestire un’altra maglia al termine della stagione.

Pioli calciomercato Milan
Stefano Pioli ©LaPresse

Uno dei giocatori che più sta attirando l’attenzione delle big italiane in chiave mercato è Evan N’Dicka. Il difensore francese di origini camerunesi classe ’99 è un perno dell’Eintracht Francoforte con cui l’anno scorso ha conquistato l’Europa League. N’Dicka ha acquisito uno status importante nell’ultima stagione, tanto da guadagnarsi le attenzioni anche di club come Paris Saint-Germain e Barcellona che potrebbero insidiare notevolmente la Juventus. In Italia, però, i bianconeri devono fare i conti con il Milan che, più di Inter e Roma, è sulle tracce di N’Dicka. In scadenza a giugno 2023, il centrale non ha intenzione di rinnovare il suo contratto e, salvo clamorosi colpi di scena, a giugno decidere in autonomia la sua prossima destinazione da free agent.

Calciomercato Juventus, N’Dicka chiede troppo: Milan fuori gioco

In merito alla questione N’Dicka è intervenuto il direttore di ‘MilanTimes’ Jorgji D Gagu che si è espresso con un tweet sulla difficoltà dei rossoneri di arrivare al difensore francese.

N'Dicka calciomercato Juventus Milan
Evan N’Dicka ©LaPresse

Quest’ultimo ha sottolineato come le richieste economiche del giocatore e del suo entourage siano piuttosto alte e probabilmente fuori dalla portata del Milan che deve mantenere un equilibro societario e soprattutto la sostenibilità. Un concetto che Paolo Maldini ha espresso più volte anche durante questo mercato invernale. Di seguito il tweet sulla questione N’Dicka: “Evan Ndicka in questo mese può già accordarsi con un nuovo club per trasferirsi a parametro zero a giugno dall’EintrachtFrankfurt! È un obbiettivo del Milan ma le sue richieste sono fuori portata. Il giocatore chiede 7 milioni di euro netti a stagione più un bonus alla firma da 15 milioni“.  

Cifre certamente importanti e alte per il budget del Milan ma sicuramente anche per le possibilità economiche della Juventus che in questo momento deve anche fare i conti con questioni giudiziarie ben più importanti e prioritarie. I bianconeri non sanno ancora se la sentenza della Corte Federale verrà confermata o annullata e non sono escluse nuove pene per la ‘Vecchia Signora’ che potrebbe anche essere retrocessa in Serie B. Uno scenario che ribalterebbe completamente non solo il calcio italiano ma soprattutto i piani societari della nuova Juventus e di conseguenza anche le mosse di mercato.