Tutte le strade portano alla Juve: Conte si è convinto

0
237

La Juventus domani sera sarà attesa da un duro banco di prova in Europa League contro i francesi del Nantes. Sfida tutta da seguire.

Primo round di una sfida che i bianconeri vogliono assolutamente portare a casa per mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno. Arrivare in fondo a questa competizione europea del resto sembra essere un obiettivo primario da parte della squadra di Allegri.

Tutte le strade portano alla Juve: Conte si è convinto
Conte rimane in lizza come possibile successore di Allegri sulla panchina della Juventus @LaPresse

Difficile dunque in questo frangente pensare al calciomercato per un club che deve affrontare nel migliore dei modi questa seconda parte della stagione nel tentativo può raggiungere almeno uno degli obiettivi prefissati. Le valutazioni sugli acquisti e sulle sessioni da effettuare nel corso della prossima estate saranno prese a bocce ferme. Quando si potranno analizzare i rendimenti dei calciatori. Alcuni di loro saranno chiamati ad essere le colonne portanti della Juventus del futuro. Ma c’è anche un altro grande nodo da sciogliere per la prossima stagione.

Juventus, in Inghilterra sicuri: “Conte può lasciare il Tottenham”

La domanda che tanti tifosi si pongono è la seguente. Rimarrà ancora Allegri sulla panchina della Juventus oppure ci sarà una svolta alla guida tecnica. Zidane e Conte rimangono i nomi più accreditati nel caso in cui la dirigenza bianconera decidesse di voltare pagina.

Tutte le strade portano alla Juve: Conte si è convinto
Antonio Conte

Il leccese oggi è alla guida degli Spurs ma settimana dopo settimana la sua permanenza in Inghilterra pare allontanarsi. Anche alcuni rumors che arrivano da oltre Manica lo confermano. L’ex centravanti britannico McAvennie a “Football Insider” ha parlato del possibile addio di Conte al Tottenham. “Penso che andrà via, se ha un problema con Levy non rimarrà. Potrebbe muoversi se le promesse non vengono mantenute, non ci sono alternative. Molti giocatori potrebbero voler partire perché sono lì per Conte. Alcuni giocatori sono lì solo per l’allenatore” ha spiegato. Si aprono dunque le porte per un suo possibile ritorno in Italia.