Juventus, il ritorno è UFFICIALE: lo hanno già salutato

0
238

Juventus, il centrocampista brasiliano è pronto a rientrare alla base: a salutarlo c’ha pensato lo stesso tecnico. 

Non sarà una rivoluzione ma poco ci manca. Intanto diversi giocatori che fanno parte ormai da svariati anni della rosa del blasonato club inglese sono pronti a salutare.

Juventus, il ritorno è UFFICIALE: lo hanno già salutato
Klopp e Firmino – Juvelive.it (Ansa)

Sabato scorso, durante il match di Premier League con l’Aston Villa – l’ultimo di questa stagione giocato nel tempio di Anfield Road – la tifoseria del Liverpool ha reso omaggio ai vari Firmino, Keita, Milner e Oxlade-Chamberlain. Quattro grandi protagonisti – chi più chi meno – della fortunata era Jurgen Klopp, che hanno contribuito a riportare i Reds sul trono d’Europa e del mondo. I loro contratti stanno per andare in scadenza – dal 1 luglio diventeranno free agent – e di comune accordo con la proprietà hanno deciso di non prolungare, non solamente per una questione anagrafica. Dal prossimo anno il Liverpool non potrà più contare sull’attaccante brasiliano Firmino, una vera e propria bandiera nonché figura centrale all’interno dello spogliatoio. Milner, arrivato nel 2015 dal Manchester City, è un altro che ha svolto un ruolo fondamentale nella gestione Klopp.

Juventus, Klopp saluta Arthur: “Gli auguro il meglio”

Non saranno, tuttavia, i soli a lasciare la città dei Beatles la prossima estate. Ritornerà alla base anche Arthur, centrocampista brasiliano arrivato lo scorso agosto dalla Juventus.

Calciomercato Juventus
Arthur – Juvelive.it (LaPresse)

Il nazionale verdeoro ha giocato solamente 256 minuti con la maglia del Liverpool, anche a causa di quei problemi fisici che l’avevano tormentato anche durante il suo percorso in bianconero. Arthur era stato ceduto in prestito oneroso con diritto di riscatto proprio negli ultimi giorni di mercato. Sabato c’ha pensato lo stesso Klopp a dichiarare conclusa la sua avventura inglese, nonostante ci sia ancora una giornata da giocare. “Vorrei augurare il meglio ad Arthur – ha detto l’allenatore – mentre il suo periodo di prestito volge al termine. La sua professionalità e capacità erano chiare a tutti coloro che hanno lavorato con lui”.