Calciomercato Juventus, Vlahovic stupefatto: è successo ancora

0
101

Calciomercato Juventus, il centravanti serbo resta sempre al centro dei rumors di mercato: in tre sulle sue tracce. 

La sua esultanza polemica, domenica scorsa, ha fatto storcere qualche naso tra i tifosi della Juventus. “Bla, bla, bla, non vi sento”, stava a significare quel gesto dopo il gol realizzato contro l’Inter grazie ad un assist al bacio del suo “gemello” Federico Chiesa.

Calciomercato Juventus, Vlahovic stupefatto: è successo ancora
Vlahovic – Juvelive.it (Ansa)

Dusan Vlahovic aveva evidentemente più d’un sassolino da togliersi ed ha aspettato il momento giusto per farlo. Era da più di due mesi che non trovava il fondo delle rete – l’ultimo gol l’aveva segnato a settembre contro la Lazio (doppietta) – un lasso di tempo troppo lungo per evitare di essere “beccato” dagli addetti ai lavori. Sì, è vero, in mezzo c’è stata pure una fastidiosa lombalgia che gli ha impedito di trovare continuità, ma è abbastanza normale che da un giocatore per il quale la Juventus ha sborsato circa 80 milioni di euro ci si aspetti sempre il massimo. E i numeri, purtroppo, per ora non sono dalla parte del centravanti serbo acquistato nel gennaio 2022 dalla Fiorentina.

Calciomercato Juventus, tre big d’Europa sull’attaccante bianconero

Massimiliano Allegri, intanto, spera che Vlahovic si sia definitivamente sbloccato dopo il gol all’Inter, convinto che partire per un paio di partite dalla panchina gli abbia fatto bene.

Bacchetta magica Allegri: scelto il partner di Chiesa, Juve-Inter parte col botto
Dusan Vlahovic (LaPresse)

In attesa di capire se l’ex viola riuscirà a raddrizzare la sua stagione garantire alla Juventus un cospicuo bottino di gol, di lui si continua a parlare in ottica mercato. Secondo il portale Team Talk, infatti, ci sarebbero tre club (Chelsea, Arsenal e Real Madrid) pronti a sondare il terreno in vista di un’eventuale cessione nella prossima estate. La Vecchia Signora a fine stagione dovrà giocoforza fare delle valutazioni, anche perché l’attaccante di Belgrado – come da accordi presi un anno e mezzo fa – presto si vedrà quasi raddoppiare l’ingaggio.