Calciomercato Juventus, futuro Kalvin Phillips: arriva la chiosa UFFICIALE

0
69

Calciomercato Juventus: in conferenza stampa Guardiola ha parlato del mediano, più volte accostato ai bianconeri. 

Ormai da settimane per gli addetti ai lavori Kalvin Phillips rientra tra gli obiettivi principali della Juventus. Il centrocampista del Manchester City e della nazionale inglese è uno dei grandi scontenti dello spogliatoio dei campioni d’Europa. Pep Guardiola, come ha confermato lui stesso durante una delle ultime conferenze stampa, lo vede pochissimo.

Calciomercato Juventus, futuro Kalvin Phillips: arriva la chiosa UFFICIALE
Phillips – Juvelive.it (Lapresse)

Ed il suo rischia di essere un investimento sbagliato, visto che due stagioni fa fu acquistato a peso d’oro dal Leeds dopo un’annata strepitosa in Premier League. Probabilmente le sue caratteristiche poco si sposano con le idee del tecnico ma in tanti oltremanica si chiedono perché, allora, l’allenatore catalano abbia deciso di puntare su uno come lui. Fatto sta che Phillips ha già informato il club della sua volontà di fare le valigie con l’obiettivo di giocare di più in vista degli Europei tedeschi. Ora non resta che capire dove andrà a finire il mediano inglese. Se resterà in Inghilterra oppure se sceglierà di fare un’esperienza all’estero. Sulle sue tracce, ricordiamolo, non c’è solamente la Juve.

Calciomercato Juventus, Guardiola: “Non c’è alcuna novità”

Fino a qualche settimana fa i principali rumors parlavano di un affare in dirittura d’arrivo con la Juventus, ma oggi le cose sembrano essere cambiate.

Pep Guardiola (LaPresse)

La trattativa per Phillips, infatti, dà l’impressione di essersi arenata, come se la Signora al momento preferisca concentrarsi su altri obiettivi. Guardiola, peraltro, ha detto che non c’è alcuna novità. Il tecnico del City ha parlato oggi pomeriggio durante la presentazione del match di FA Cup con l’Huddersfield. “Il club non mi ha informato di nulla in merito – ha spiegato Guardiola – Kalvin non ha potuto allenarsi negli ultimi cinque giorni perché era malato, era congestionato e aveva la febbre. Quel che succederà, succederà. Non conosco i desideri dei giocatori e non parlerò della finestra di mercato”.