Juventus » Juventus news » LIVE 20/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 20/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Carlos Tevez (getty images)

Carlos Tevez (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

Carlos Tevez (getty images)

23,50 – TEVEZ MILAN JUVENTUS – Queste le altre parole di Carlos Tevez intervistato da Sky nel post partita di Milan-Juventus: ”Il mio gol? La voglia di fare gol è stata determinante. Grande palla di Pogba e io mi sono fatto trovare pronto. Il mio ritorno in Nazionale? Quando in campo dai il meglio hai possibilità di giocare in Nazionale. Io lo sto facendo e poi si vedrà se tornerò in Nazionale. Se mi sento un trascinatore? E’ fondamentale dare sempre il massimo, sudare la maglia, in tutti i ruoli. Se poi tecnicamente uno sbaglia non fa nulla, l’importante dare il massimo. Lo Juventus Stadium come la Bombonera? Mi sento a casa mia nello stadio della Juventus, quindi sono felice”.

Pereyra abbraccia Tevez dopo il gol (getty images)

23,40 – PEREYRA MILAN JUVENTUS – Le parole di Roberto Pereyra al termine di Milan-Juventus a Sky Sport: ”Come mi trovo in quel ruolo di mezz’ala? Mi sto allenando in settimana per migliorare, mi manca ancora la fase difensiva, mentre in attacco vado bene. Sto lavorando bene e in campo si vede. L’impatto con la Juventus? La fiducia dei compagni e dell’allenatore vuol dire molto, quando c’è quella è tutto più facile giocare e allenarti. Se pensavo di diventare una mezza’ala? Al River giocavo esterno sinistro, a Udine Guidolin mi ha spostato mezz’ala e ho imparato a giocare lì”.

Cristian Zapata (getty images)

23,35 – ZAPATA MILAN JUVENTUS – Le parole di Cristian Zapata al termine di Milan-Juventus a Sky Sport: ”Cosa succede dopo questa sconfitta? Siamo un pò tristi per la sconfitta di oggi. Potevamo fare di più. Siamo stati troppo bassi e alla fine la Juve ci ha punito. Loro un gol lo potevano trovare in qualsiasi momento. L’idea era di aspettarli e ripartire, ma loro hanno giocato una gran bella gara. La mia partita? Ho la voglia di far bene e giocare titolare. Ho fatto bene finora e spero di continuare”.

Leonardo Bonucci (getty images)

23,20 – BONUCCI MILAN JUVENTUS – Queste le parole di Leo Bonucci al termine di Milan-Juventus a Sky Sport: ”Se ci aspettavamo un Milan così chiuso? Capita molto spesso di vedere squadre chiuse contro di noi. E’ la caratteristica loro ripartire con le tre punte, ma siamo stati praticamente perfetti a chiudere tutti i varchi. Se mi manca fare il vice Pirlo? A volte mi trattengo, ma le idee del mister fin qui ci stanno portando a vincere e quindi passerò la palla a Marchisio o a Andrea quando ci sarà. E comunque ogni tanto se c’è spazio qualche lancio lo faccio ancora, mi piace prendermi le responsabilità, anche se si può sbagliare. Il Milan? Quando vieni da un’annata come quella scorsa non è facile, loro sono stati bravi a ripartire bene, ma quando ti trovi una squadra forte come la nostra c’è sempre un pò di timore e stasera si è visto. Volevano fare una partita diversa, ma noi gliel’abbiamo impedito”.

Pippo Inzaghi (getty images)

23,20 – INZAGHI JUVENTUS MILAN – Queste le parole del tecnico del Milan Pippo Inzaghi al termine del match perso contro la Juventus a Sky Sport: ”L’arrabbiatura nel finale? Non ce l’avevo con l’arbitro. Ero arrabbiato perchè ci abbiamo sperato di raggiungere un risultato positivo. Al di là di questo sono molto contento e l’ho detto ai ragazzi. Dopo due partite non possiamo essere al livello della Juventus che è una delle squadre più forti d’Europa. Abbiamo cercato di tenere testa ai bianconeri, abbiamo cercato di pungerli soprattutto con l’occasione di Honda, ma poi loro sono venuti fuori bene e ci hanno impensierito in qualche circostanza. Mi è piaciuta anche la reazione dopo il loro gol, ho provato le due punte ma niente. Questa partita però ci dà convinzione che crescendo possiamo raggiungere Juve e Roma. Ora ci aspetta subito un altro match a Empoli. Ripeto, qualcosa in contropiede l’abbiamo creata, la squadra si è scarificata. Ma onore alla Juve che è una grande squadra, ma noi dobbiamo essere felici di questa prestazione. La giocata del loro gol è stata fatta da due Campioni, altrimenti finiva 0-0. Pogba ha fatto una giocata straordinaria. Ma noi sapevamo che dovevamo ancora crescere. Dopo due partite era impossibile essere alla pari con una squadra che lo scorso anno ci ha dato 50 punti in classifica. Sarebbe stato troppo facile. Non evo dire che la Juve è troppo più forte di noi? Sono realista, non voglio vendere fumo. Sono ambizioso, oggi volevo batterli, ma non ci siamo riusciti. Loro sono ancora più forti, è realismo. Ma possiamo migliorare ancora”.

Max Allegri (getty images)

23,10 – ALLEGRI JUVENTUS MILAN – Queste le parole del tecnico Max Allegri al termine della partita vinta contro il Milan a Sky Sport: ”Abbiamo fatto una buona partita. Il Milan si è difeso perchè noi abbiamo attaccato bene e creato occasioni da gol. Abbiamo rischiato qualcosa solo in contropiede, soprattutto con Honda nel primo tempo. Ma la partita l’abbiamo gestita discretamente bene. C’è comunque ancora da migliorare perchè questa squadra ha grandi qualità. Strada ce n’è da fare ancora, ma intanto stasera si sono viste ancora ottime cose. I ragazzi sono stati bravi ad eludere il pressing del Milan e, ripeto, abbiamo concesso poco o niente e questo è importante. A livello personale quanto vale questa vittoria? Per non era una partita normale, l’ho detto in conferenza stampa. Era impossibile non lo fosse. Ora però sono l’allenatore della Juventus, e devo vincere e dare il massimo per questa società, così come ho fatto col Milan dove mi sono tolto grandi soddisfazioni. Ho vinto uno scudetto, ne ho perso un altro con la Juve e poi abbiamo vinto la Supercoppa. Poi le cose non sono andate bene perchè sono stai venduti grandi Campioni. Non è una rivincita perchè il Milan è stato un passaggio fondamentale della mia carriera. Pogba come Zidane? Io con lui mi arrabbio molto perchè è un ragazzo con grandi potenzialità e molte ancora inespresse. Deve migliorare tantissimo, ne sono convinto. E’ giovane e ha tutto il tempo per farlo. Fisicamente è fantastico, molto tecnico, ci fa fare un grande salto di qualità”.

Tevez - Getty Images

22,50 – MILAN JUVENTUS – Carlos Tevez regala altri tre punti alla Juventus nel big match contro il Milan. La Juventus ha praticamente dominato il match dall’inizio fino alla fine, rischiando veramente pochissimo e colpendo nella seconda parte della ripresa grazie a un assist geniale di Pogba per Tevez che ha infilato Abbiati. La Juve di Allegri continua il suo percorso netto superando un ostacolo non indifferente come la trasferta di Milano. Degni di nota anche Pereyra, lo stesso Pogba, Marchisio, Bonucci e Ogbonna, ottimo sostituto dell’infortunato Caceres. Milan ridimensionato.

Carlos Tevez (getty images)

22,45 – TEVEZ JUVENTUS – Queste le parole di Carlos Tevez, migliore in campo Sky, al termine del match vinto dalla Juventus contro il Milan rilasciate a Sky Sport: ”Ci aspettavamo una partita così, loro venivano da due vittorie, ma non abbiamo preso subito confidenza e abbiamo fatto una buona partita. Non ci hanno praticamente mai impensierito. Il mio nuovo ruolo? Mi piace giocare così, sapevo che oggi non potevo fare più di tanto perchè avevo De Jong alle calcagna, ma ho segnato e abbiamo vinto e va bene così”.

Antonio Conte (getty images)

14,00 – CONTE JUVENTUS MILAN – Il Direttore di Milan Channel Mauro Suma, nel suo consueto editoriale per Tmw, parla di Antonio Conte, forse più apprezzato in questo momento dal Milan che dalla Juventus. Queste le sue parole: ”A giudicare dai sorrisi di Galliani e dalle dichiarazioni di stima di Inzaghi, alla vigilia di Milan-Juventus si parla con più serenità e libertà di Antonio Conte in casa Milan piuttosto che in casa Juve. Dalla parte bianconera della sfida, è tutta una ricerca dei motivi per cui Allegri è meglio di Conte. Buon per Allegri, ma l’operazione è da osservare. Allegri è meglio di Conte in Europa, Allegri è meno maniacale di Conte e anche in questo è meglio, Allegri è meglio nell’aver trovato la posizione a Tevez. Insomma, dopo 3 Scudetti, Conte non è più il meglio. Il meglio era altrove. E’ un Conte luquidato e minimizzato quello di queste settimane da parte della stampa di riferimento bianconera e della juventinità in genere. Dalle parti di Milanello, invece, l’attuale Ct azzurro viene descritto come un professionista, un allenatore vincente, un tecnico modello. E’ chiaro che se Pippo Inzaghi riuscisse a fare una bella prestazione contro la Juventus, favorita e fortissima, avrebbe un amico in più a cui dedicarla. Un insospettabile, Antonio Conte”.

Rudi Garcia (getty images)

13,30 – RUDI GARCIA JUVENTUS MILAN – L’allenatore della Roma Rudi Garcia è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Cagliari, ma ha avuto modo anche di parlare del big match tra Milan e Juventus. Questo il suo pensiero: ”Forse è meglio un pari fra due rivali dirette come loro, ma dobbiamo prima pensare a fare i tre punti – riporta Tmw -. La Juve resta favorita per lo scudetto, mentre noi guardiamo ad andare avanti per lottare fino alla fine per il campionato”

Atletico Madrid (getty images)

12,50 – NEWS ATLETICO MADRID – L’Atletico Madrid nella sfida contro la Juventus in Champions League prevista per il 1 ottobre potrebbe dover fare a meno del suo centravanti Mario Mandzukic. Il croato si è infortunato al setto nasale nel match contro l’Olympiacos e nelle scorse ore ha subìto un’operazione per la riduzione della frattura. La prognosi recita 10 giorni di stop e quindi è a forte rischio per quel match. Il medico del club, Llopis, ha riguardo ha dichiarato: ”Può tornare ad allenarsi domenica o lunedì. Mario ha tanta voglia di tornare a giocare, ma non credo sia possibile prima di 15 giorni, che diventerebbero 10 nel caso in cui utilizzasse una maschera protettiva: ”

Felipe Melo (getty images)

12,35 – FELIPE MELO JUVENTUS – L’ex centrocampista della Juventus Felipe Melo, ora al Galatasaray, ha parlato brevemente anche della Juventus nel corso del suo intervento alla trasmissione telefonica ‘Deejay Football Club’ su Radio Deejay. Questa la sua breve battuta: ”La Juve mi ha ‘rovinato’? No, no. Io in bianconero ho ottimi ricordi e sono molto legato a loro. Ho sempre dato il massimo per quella società, così come faccio qui in Turchia. Purtroppo non abbiamo vinto nulla, come invece sta facendo adesso la squadra, e non c’è un buon ricordo di me, ma se avessimo vinto qualcosa tutti si ricorderebbero in maniera positiva di me”.

San Siro (getty images)

12,20 – MILAN JUVENTUS METEO – Questa sera a Milano si giocherà il big match Milan-Juventus, una gara che ha bisogno che tutte le componenti siano a posto perchè sia un grande spettacolo. E tra queste anche le condizioni atmosferiche. Il meteo su Milano per questa sera è praticamente perfetto, per il periodo dell’anno in cui ci troviamo. 20 gradi, cielo sereno e venti praticamente assenti. Insomma, le due squadre sono chiamate a disputare una grande partita.

Carlos Tevez (getty images)

12,05 – TEVEZ ARGENTINA – Nell’intervista a La Gazzetta dello Sport, Carlos Tevez ha parlato del suo possibile ritorno in Nazionale, favorito dal fatto che non c’è più Sabella come Ct. E i presunti attriti con Messi sono stati smentiti definitivamente. Ecco le sue parole: ”Che effetto mi fa sentirmi di nuovo in corsa per una maglia della Nazionale?Bello, davvero bello. Io ho sempre fatto parlare il campo. Non mi sono mai proposto né ho rivendicato diritti, perché credo che il campo sia il giudice unico, inappellabile. Continuerò a dare tutto me stesso gara dopo gara per meritarmi la nazionale. La cena a Milano con Messi? Nessuna cena… Ci siamo incontrati in un locale per caso, non era previsto. Siamo stati insieme un paio d’ore. Abbiamo parlato di tutto… I nostri rapporti? La stampa si è spesso divertita a metterci contro, in realtà non ci sono mai stati problemi, ve lo posso garantire. Io e Leo non abbiamo mai litigato. Come ho vissuto la finale del Mondiale? Un po’ di rabbia c’era? Ero a Buenos Aires, ma non ce l’ho fatta a guardare la partita… Era troppo difficile sopportare l’idea di non poter dare una mano ai miei compagni, al mio Paese”.

Carlos Tevez (getty images)

11,50 – TEVEZ JUVENTUS – Il fuoriclasse della Juventus Carlos Tevez ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport dove ha parlato del big-match di questa sera tra Milan e Juventus. Queste alcune delle sue parole: ”Una grande partita, in uno stadio leggendario. Bello giocarla, e possibilmente vincerla, vediamo di che pasta sono fatti i rossoneri. Sono curioso anch’io di scoprire come reagiranno sotto pressione. Già, perché credo che tocchi a loro dimostrare qualcosa. Noi siamo lassù da tre anni, è il Milan che deve fare la partita, cercare di vincere e dimostrare di poterci stare in alto. Si gioca a San Siro, e un club così prestigioso non può nascondersi davanti alla propria gente, in uno stadio che fa parte della storia del calcio mondiale. Sì, mi aspetto una bella partita. E vincendo, la Juve darebbe un segnale forte, anche se alla terza giornata è ridicolo parlare di punti decisivi. Un giocatore rossonero che rispetto particolarmente? Mi piace El Shaarawy, ha qualità eccezionali, e credo sia arrivato per lui il momento di caricarsi il Milan sulle spalle. Ha i mezzi per farlo”.

Tevez parla poi dell’addio di Conte dell’arrivo di Allegri: ”Me lo sentivo. A maggio, al momento dei saluti dopo il terzo scudetto di fila, nei suoi occhi avevo già letto tutto. Una sensazione ancora più forte nei primi allenamenti di luglio. Conte è un fenomeno, ha bisogno di forti motivazioni per esprimere il meglio, e alla Juve aveva già dato tutto se stesso. Che tipo è Allegri? Persona tranquilla, intelligente, un tecnico che sa molto di calcio. Ha subito conquistato il rispetto e la stima dello spogliatoio”.

Si parla anche di Champions League: ”Io preferisco vivere passo dopo passo. La Champions per i nostri tifosi è un’ossessione, l’anno scorso questa pressione l’abbiamo avvertita forte in campo. E in un certo senso l’abbiamo pure pagata. Non è stato facile nemmeno il primo tempo con il Malmoe: non riuscivamo a segnare, e intorno avvertivamo timore. Ecco, la nostra gente, forse anche a ragione, vive l’Europa con il terrore di un nuovo fallimento, ma noi dovremo essere bravi a non farci condizionare, mai. Solo così potremo provare a fare qualcosa di importante. Detto questo, invito i nostri tifosi a non sottovalutare un altro scudetto, sarebbe un’impresa eccezionale. Contro di noi, tutti scendono in campo come se si stessero giocando la finale di un Mondiale, e la cosa mi stimola tantissimo, mi piace respingere ogni assalto”.

Carlos Tevez (getty images)

11,30 – MILAN JUVENTUS FORMAZIONI – Milan-Juventus è il big-match della 3^giornata del campionato di Serie A. Entrambi i club arrivano a questo appuntamento con delle buone notizie che arrivano dall’infermeria. I rossoneri recuperano El Shaarawy e Torres, anche se lo spagnolo andrà in panchina, mentre i bianconeri ritrovano Vidal, a sorpresa probabilmente dal primo minuto. E allora, ecco le probabili formazioni del match:

Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Rami, Zapata, De Sciglio; Poli, De Jong, Muntari; Honda, Menez, El Shaarawy. A disp.: Agazzi, Zaccardo, Mexes, Albertazzi, Armero, Mastalli, Van Ginkel, Niang, Bonaventura, Mastour, Torres, Pazzini. All.: Inzaghi
Squalificati: Bonera
Indisponibili: Montolivo, Saponara, Diego Lopez, Alex, Essien

Juve (3-5-2): Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Vidal, Evra; Llorente, Tevez. A disp.: Storari, Rubinho, Ogbonna, Romulo, Padoin, Mattiello, Asamoah, Pepe, Pereyra, Coman, Morata, Giovinco. All.: Allegri
Squalificati:
Indisponibili: Pirlo, Marrone, Barzagli