SuperLega, Ceferin senza vergogna | Duro attacco alla Juventus

0
256

SuperLega, Ceferin senza vergogna ancora all’attacco della Juventus e del presidente Agnelli. Ecco le parole del capo della Uefa

SUPERLEGA
Ceferin con Perez @Getty images

Non si placa Ceferin. Dopo le parole della settimana scorsa a margine della riunione dell’Eca, il presidente dell’Uefa attacca ancora. E lo fa attraverso un’intervista rilasciata al Der Spiegel. Senza vergogna, il padrone del calcio europeo, che non le manda nuovamente a dire a Florentino Perez, Joan Laporta, e Andrea Agnelli, presidenti rispettivamente di Real Madrid, Barcellona e Juventus.

Le tre squadre, che ufficialmente non sono mai uscite dalla SuperLega e che sperano ancora di are vita a un progetto che sembra essere morto in culla (ma chissà…) devono ancora subire le pesanti parole di chi, in questo momento, dovrebbe essere super partes. Anzi, non solo in questo momento, ma sembra: visto che il ruolo che ricopre tocca tutte le società del Continente e non solo quelle prescelte.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, rinnovo Dybala | “Accordo soddisfacente”

SuperLega, ecco l’ennesimo attacco di Ceferin

CALCIOMERCATO JUVENTUS
Agnelli @getty images

“Non mi dispiacerebbe se andassero via dalla Uefa – ha detto Ceferin, riferendosi, ovviamente, a Juventus, Real Madrid e Barcellona – ed è divertente che vogliano creare una nuova competizione e, nello stesso tempo, partecipare anche alla Champions League. Hanno cercato di uccidere il calcio, sono dei dirigenti semplicemente incompetenti“. Incompetenti, peccato che i tre club in questione sono quelli che hanno sempre attirato sponsor, che hanno avuto quasi sempre i migliori calciatori in rosa, e che forse non hanno mai infranto il fair play finanziario, tanto voluto dalla Uefa, e che invece altre società sembrano proprio aver messo nel dimenticatoi.

Ricordiamo che un tribunale ha ovviamente deciso che nessun provvedimento di esclusione possa essere preso nei confronti delle tre società. E che parteciperanno alla prossima Champions League come sempre hanno fatto. Forse questo Ceferin lo dovrebbe ricordare, prima di pronunciare alcune parole che poi gli si potrebbero ritorcere contro.