Calciomercato Juventus, rivoluzione già iniziata | Tre addii inevitabili

0
29

Calciomercato Juventus, a fine stagione scatterà l’ora delle decisioni. Tre giocatori sono in scadenza e difficilmente verranno rinnovati: ecco chi sono.

La stagione della Juventus non è di certo cominciata sotto i migliori auspici. Almeno in campionato, dove i bianconeri sono impantanati a metà classifica quando mancano due mesi alla fine del girone d’andata. Situazione completamente diversa in Champions League, con la Vecchia Signora a punteggio pieno nel girone coi campioni d’Europa del Chelsea. Con lo Zenit, domani sera, potrebbe arrivare la qualificazione con due giornate d’anticipo ma, al momento, non basta per evitare di bollare quest’inizio come fallimentare. Nell’occhio del ciclone c’è l’allenatore ma anche molti giocatori. Diversi, tra di loro, stanno deludendo. O comunque non stanno confermando le aspettative. E allora a fine anno sarà inevitabile, per la dirigenza, fare delle valutazioni in tal senso.

La rosa bianconera dovrà essere necessariamente sfoltita. Non si sa ancora se assisteremo ad una vera e propria rivoluzione, troppo presto per dirlo, ma è certo che molti elementi non saranno confermati nel nuovo progetto tecnico.

Leggi anche: Calciomercato Juventus, gol e attrazione fatale | Sfida con Mourinho

Calciomercato Juventus, sarà divorzio con Perin, De Sciglio e Bernardeschi

Calciomercato Juventus
Bernardeschi, Juventus ©️Getty Images

Tre giocatori in scadenza di contratto sono Mattia Perin, Mattia De Sciglio e Federico Bernardeschi. Per loro, a quanto pare, sarà divorzio a fine anno. Il rinnovo, secondo quanto riporta Calciomercato.com, per adesso è alquanto improbabile. Le strade della Juventus e del difensore ex Milan sono dunque destinate a separarsi, nonostante il ritorno di Allegri sembrava potesse presupporre un suo reintegro. Lo stesso vale per il portiere, molto richiesto in Italia.

L’unico che potrebbe far cambiare idea al direttore sportivo Cherubini è Bernardeschi, ma saranno decisivi i prossimi mesi. L’eventuale riconferma dovrà meritarsela, il prodotto del vivaio della Fiorentina e campione d’Europa con la nazionale di Roberto Mancini.