Calciomercato Juventus, doccia fredda dall’Argentina | Bianconeri in ansia

0
28

Calciomercato Juventus, non arrivano buone notizie per i bianconeri dal Sudamerica. Ecco le parole del dirigente. 

C’è un giocatore che in Argentina sta facendo girare la testa a diversi club di Serie A. Si tratta di Julian Alvarez, attaccante 21enne del River Plate. Il suo nome è uscito fuori prepotentemente negli ultimi giorni. Juventus, Inter, Milan e soprattutto Fiorentina lo reputano un colpo low cost da non farsi sfuggire nella maniera più assoluta. La Viola di Rocco Commisso sta pensando a lui addirittura come eventuale rimpiazzo di Dusan Vlahovic, nel caso in cui il serbo dovesse essere ceduto già durante il mercato di gennaio.

Cherubini ©️Getty Images

Ma l’imprenditore italoamericano dovrà superare la concorrenza dei bianconeri, che a quanto pare resta forte. Secondo Tnt Sport, infatti, la Juventus è pronta ad inviare un proprio osservatore a Buenos Aires in occasione del match tra i Millionarios e il Racing in programma il prossimo 24 novembre.

Leggi anche: Calciomercato Juventus, occhio all’Atalanta | La Dea su un obiettivo

Calciomercato Juventus, il River Plate vuole trattenere Alvarez

Alvarez @Lapresse

Alvarez, secondo quanto riportano i media sudamericani, lascerebbe volentieri l’Argentina per abbracciare l’avventura europea. I tempi sono ormai maturi per cambiare aria. Il suo contratto è in scadenza nel dicembre 2022 ma di rinnovare non vuole saperne. Al punto che ultimamente si è opposto alla richiesta di aumento della clausola rescissoria: per prelevarlo dal River Plate, ad oggi, servono 20 milioni di euro. Ma le ultime notizie che giungono da Buenos Aires fanno pensare ad un possibile braccio di ferro con la società, non affatto disposta a farlo partire a cuor leggero.

Queste, infatti, le parole rilasciate al quotidiano argentino Olé dal vicepresidente del River Plate, Jorge Brito, e riprese dalla testata tuttojuve.com: “Non è ancora arrivato il momento di dirgli addio – ha detto il dirigente dei Millionarios – Ora che è tornato il suo procuratore dall’Inghilterra cercheremo di trovare un accordo per farlo restare”.