TV PLAY | L’annuncio di Briatore: “Io alla Juventus? Nel calcio ho già dato”

0
57

La Juventus sta vivendo una fase della stagione molto calda. L’eliminazione dalla Champions League brucia parecchio ai tifosi bianconeri.

Il ko arrivato contro il Benfica ha spento tutti i sogni dei bianconeri di andare avanti nel torneo europeo. Juve eliminata con ancora una gara da disputare, quella che potrebbe comunque portare Bonucci e compagni in Europa League. Si sta parlando tanto del presente della squadra di Allegri ma anche del futuro.

juvelive.it
Vlahovic @LaPresse juvelive.it

Con alcuni movimenti in vista nel corso del 2023, che potrebbero esserci non solo dal punto di vista tecnico ma anche da quello dirigenziale. Se ne sta parlando tanto in questi giorni sui social, e non solo.

Juventus, Briatore: “Allegri? In Italia si cerca il capro espiatorio”

juvelive.it
Massimiliano Allegri @LaPresse

Ai microfoni di Calciomercato.it in onda su TvPlay Flavio Briatore ha parlato tra le altre cose anche del momento della Juventus. E ha “difeso” Allegri, criticato da tifosi, sottolineando come “credo che quando le cose non vanno bene sia un po’ la colpa di tutti, penso che sia un problema di tutti, dall’alto verso il basso, un team che non vince ha un problema generale, poi vogliamo sempre cercare il capro espiatorio. Abbiamo avuto Pogba e Chiesa che non hanno mai giocato, non so neanche quale sia la vera formazione”. Briatore ha parlato anche della questione societaria: “Rimpasto? Sono decisioni dell’azionista di maggioranza che deve decidere, non spetta ai tifosi. Intanto vediamo cosa succede con le indagini, però in questo momento la sede opportuna è il Tribunale e la Juventus si difenderà. Il problema è che in Italia i processi si fanno anche con i giornalisti, secondo me è tutto sbagliato, non farei delle speculazioni adesso. Io alla Juventus? Nel calcio io ho già dato, ho avuto il QPR per 4 anni, non accetterei. Ferrari? La macchina quest’anno è molto competitiva, peccato siano stati fatti molti errori all’inizio, per me si poteva giocare il Mondiale, ma si sono persi molti punti su strategie”.