Polemiche, corto muso e “rubano”: la Juventus è tornata

0
203

Polemiche, corto muso, “hanno ricominciato a rubare”: sì, la Juventus è tornata e adesso ricomincia a fare paura

Il rumore dei nemici molto spesso è un dolce suono per chi come la Juventus aveva bisogno di risentirlo. Stare simpatici, nello sport, significa solamente una cosa: che non vinci. Bene, i bianconeri sono sempre stati anticipatici, per tradizione, a tutti e adesso, speriamo, sembra essere finita questa epoca durata fino a poco tempo fa. In questo caso, realmente, il rumore dei nemici è un dolce suono, quasi una melodia da salvare sul telefono e metterla come suoneria per non dimenticare i momenti appena passati.

Polemiche, corto muso e "rubano": la Juventus è tornata
Allegri ©️LaPresse

La Juventus è tornata: vittorie di corto muso, soffrendo, così come i tifosi juventini sono abituati. Ma sono queste le vittorie più belle. Quelle sofferte, quelle da Dna Juve. Perché non ci dimentichiamo che “vincere è l’unica cosa che conta”. Poi tutto il resto è solamente uno sfondo all’obiettivo principale. Il gioco, l’urlo della Champions, il miglior attacco, le performance, le statistiche: tutta fuffa, alla fine gode solamente chi vince.

Polemiche, Var e Tweet: la Juve è tornata

Polemiche, corto muso e "rubano": la Juventus è tornata
©️LaPresse

Se anche i giornali iniziano a titolare “vergogna Juve” (è il caso di Cronache di Napoli in edicola questa mattina, che in prima pagina richiama la gara di ieri sera contro il Verona) vuole dire che la Juve è tornata. Se anche le altre squadre iniziano a piazzare dei Tweet con delle immagini, con una sola immagine, per aizzare la folla e alzare il livello della polemica, allora vuole dire che la cose stanno tornando al posto giusto: l’antipatia nello sport è tutto. Il sorriso sornione di Allegri che da cinque partite a questa parte ci godiamo alla fine dei novanta minuti è un segnale importante.

Direte voi: sì, ma al momento non abbiamo vinto nulla e siamo sempre distanti dal Napoli. Vero, verissimo, infatti adesso c’è da mantenerla questa antipatia a partire dalla gara contro la Lazio che è un osso durissimo da superare. Una di quelle partite, l’ultima di questo maledetto 2022 per i tifosi bianconeri, che può dare una definitiva svolta. Perché poi a gennaio inizia un altro campionato e dalle parti della Continassa sperano di vedere qualche faccia che fino al momento non s’è vista. Lo diciamo? Sì, diciamolo: la Juve è tornata.