Mino Taveri Bernabeu
Mino Taveri Bernabeu @screenshot

L’episodio Mino Taveri Bernabeu ha fatto discutere in tanti, ora lui stesso si scusa e spiega perché l’ha fatto.

MINO TAVERI BERNABEU / Mino Taveri, giornalista della redazione di Sport Mediaset nonché uno dei volti più noti di Premium Sport, ha parlato di quanto successo ieri in Real Madrid-Juventus. Il 56enne di Brindisi era stato mandato via dalla tribuna stampa dello stadio ‘Santiago Bernabeu’ ieri sera subito dopo il calcio di rigore fischiato in favore dei padroni di casa. Cosa che ha sancito di fatto l’uscita davvero molto cocente della Juventus dalla Champions League. Taveri nella fattispecie aveva protestato in maniera plateale, estraendo una banconota da 50 euro che ha poi sventolato al pubblico di casa antistante. Il giornalista adesso ha posto le proprie scuse. “Ammetto di avere esagerato, ho sbagliato io e non è colpa di nessun altro. Dico questo per evitare qualunque eventuale malinteso”.

Mino Taveri Bernabeu, l’episodio ha fatto il giro del web

“Ho perso la calma quando invece avrei dovuto tenere i nervi saldi, specialmente perché stavo lavorando e mi trovavo in tribuna stampa come rappresentante della mia azienda e della relativa testata giornalistica”. Taveri però aggiunge: “Penso comunque che la gente possa comprendere il mio stato d’animo in quel momento, anche se sono molto dispiaciuto di quanto avvenuto”. Il volto televisivo di Mediaset dice anche che un gruppo di sostenitori del Real Madrid aveva cominciato a bersagliarlo, “fino a rendere impossibile il poterli e doverli ignorare. Poi in quei concitatissimi istanti finali con l’episodio sfavorevole alla Juventus ho ceduto all’impulsività. Volevo semplicemente essere ironico, ma col senno di poi capisco che quanto da me commesso è risultato provocatorio ed assai antipatico. Mi ero rivolto non a tutto il ‘Bernabeu’ né ad arbitro, dirigenti del Real e colleghi spagnoli ma solo a quei tifosi madrileni che si erano spinti davvero oltre le righe”.

Mino Taveri Bernabeu, il video

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK